Redazione
a- a+

Introduzione a XHTML

Che cosa vuol dire XHTML?

XHTML è una sigla derivata dalle parole inglesi: eXtensible HiperText Markup Language; che in italiano sta per Linguaggio Estensibile di Marcatura degli Ipertesti XHTML è un linguaggio di marcatura! Nell'ambito informatico la marcatura è un protocollo, ossia un insieme di regole, per comunicare informazioni. Nel caso specifico di XHTML le informazioni che è possibile comunicare, sono espresse sotto forma di testo (parole, numeri e simboli) ed immagini (filmati, fotografie e disegni), mentre il mezzo attraverso cui comunicarle è il World Wide Web.

Attualmente (gennaio 2003) i mezzi o user agent con cui è possibile ricevere informazioni marcate tramite XHTML si stanno notevolmente ampliando; oltre al computer collegato in Internet (sia con monitor normale sia per non-vedenti) si aggiungono alcuni prototipi di telefoni cellulari, qualche prototipo di computer palmari ed in generale tutti gli strumenti che già leggono ipertesti marcati in XML.

Quest'ampia gamma di mezzi attraverso cui ricevere informazioni, ne fanno uno dei linguaggi di programmazione web più interessanti.

 

Un pò di storia

Il 26 gennaio 2000 è rilasciata dal World Wide Web Consortium la prima specifica XHTML; linguaggio destinato a sostituire HTML.

In realtà le differenze tra i due linguaggi sono molto limitate nella sintassi (vedremo poi come i famosi "TAG" siano del tutto simile) ma profonde nella forma e nel metodo, ad esempio: mentre in HTML gli attributi di stile sono incorporati nello stesso file, con XHTML è raccomandabile usare un file esterno sotto forma di CSS.

La vera rivoluzione sta proprio in quella X aggiunta a HTML, che rende il vecchio linguaggio di Markup parte della gran famiglia XML, condividendone le regole sintattiche e potendone usare gli stessi user agent.

 

Perché XHTML?

Riportiamo un passo tradotto della guida ufficiale del World Wide Web Consortium:

[...]Gli sviluppatori di documenti e i disegnatori di user agent sono costantemente alla scoperta di modi nuovi per esprimere le loro idee attraverso nuovi marcatori. In XML è relativamente semplice introdurre nuovi elementi o aggiungere attributi agli elementi. La famiglia XHTML è stata concepita per accogliere queste estensioni attraverso moduli XHTML e tecniche per lo sviluppo di nuovi moduli conformi a XHTML (descritti nella futura specifica di Modularizzazione di XHTML). Questi moduli permetteranno la combinazione di insiemi di caratteristiche nuove ed esistenti durante la creazione del contenuto così come il disegno di nuovi user agent. Costantemente vengono prodotte nuove forme di accesso ad Internet. Alcune stime indicano che nell'anno 2002 il 75% dei documenti visibili su Internet saranno sviluppati da queste piattaforme alternative. La famiglia XHTML è stata concepita tenendo conto dell'interoperabilità con gli user agent generali. Attraverso un nuovo user agent e un nuovo meccanismo di specifica del documento, i server, i proxies e gli user agent potranno realizzare una migliore trasformazione del contenuto. In ultimo, sarà possibile sviluppare contenuto conforme a XHTML che sia utilizzabili da tutti gli user agent conformi a XHTML. [...]



Ti potrebbe interessare anche

commenta la notizia

C'è 1 commento
Luca
Ti è piaciuto l'articolo?