Redazione
a- a+

ASP.NET Atlas

Vediamo quali sono le caratteristiche del Framework ATLAS e cosa aggiunge ad ASP.NET

AJAX è un acronimo che sta per: Asynchronous JAvascript + Xml, che specifica un pacchetto di tecnologie web comuni. Queste includono Javascript, DHTML e una utility denominata XMLHTTP. Questo modo di sviluppare ha avuto una crescita esponenziale a tal punto che colossi come Google, Yahoo e Hotmail hanno scelto di utilizzarlo per migliorare i propri servizi. La carta vincente di AJAX è quella di ridurre la necessità da parte delle applicazioni web di effettuare operazioni di “refresh” del browser, per riconnettersi a un server web e scaricare i dati, ogni volta che questi ultimi vengono aggiornati.

Google ha utilizzato nella maniera più disparata questa tecnica: basta pensare a Google Maps, GMail, Google Translator, per citare solo alcune delle applicazioni più famose.

Per non essere da meno, Microsoft decise di inglobare nell’Asp.NET la tecnologia AJAX e annunciò il progetto ATLAS per Asp.NET 2.0 e per Asp.NET 1.1.

Secondo un membro del progetto ATLAS ciò che si volle realizzare fu: "Quello che abbiamo cercato di fare è quello di rendere molto più facile per chiunque il modo di creare applicazioni web AJAX-style interattive e personalizzate. Gli sviluppatori saranno in grado di costruire queste applicazioni senza grande esperienza nell’ implementazione di script client ed eseguire il debug di tali applicazioni con facilità".

Asp.NET, grazie ad ATLAS, offre agli sviluppatori la possibilità di creare pagine altamente interattive e con interfacce utenti accattivanti, sulle linee guida del Web 2.0. ATLAS è composto dalle seguenti componenti:

1.    ATLAS Client Framework

Il framework client di ATLAS è di tipo object-oriented al 100% sviluppato in javascript. Permette agli sviluppatori di costruire facilmente applicazioni AJAX-style, con interfacce utenti interattive e con la possibilità di connessione a Web Service. Grazie al framework ATLAS, Asp.NET ha avuto la possibilità di arricchirsi di nuovi controlli e classi (StringBuilder, Timer) e di arricchire di metodi i controlli Asp.NET base (String, Array).

ATLAS mette a disposizione dello sviluppatore sia controlli non visuali come Validators e Bindings, sia controlli visuali come TextBox, Label, Select e altri controlli che rientrano in una categoria a parte come quelli per la condivisione dei dati (DataBinding).

L’ATLAS Client Framework gira su tutti i moderni browser e può connettersi a qualsiasi Web Server, inoltre non richiede l’installazione di alcun software lato client ma solo script standard da inserire nelle pagine web.

Infine riassumiamo brevemente tutte le caratteristiche del Framework ATLAS che aggiungono valore ad Asp.NET:

  • gestione del ciclo di vita degli oggetti, multicast event e interfacce
  • una libreria di classi base per caratteristiche comuni come la manipolazione di stringhe, timer e avvio di task
  • un’interfaccia utente per unire le caratteristiche dinamiche proprie di AJAX agli elementi HTML
  • un network stack per semplificare le connessioni lato server e accedere ai Web Service
  • un set di controlli per arricchire l’interfaccia utente come textbox, popup, animazioni e drag and drop
  • un livello browser per la compatibilità degli script tra browser differenti.

2.    Controlli ATLAS in Asp.NET

Il Framework Atlas supporta le chiamate client Asp.NET 2.0 facilitando il livello di integrazione tra il browser e il server. Per esempio si possono associare dati ATLAS lato client a sorgenti di dati Asp.NET lato Server, in modo da avere dati aggiornati in tempo reale e personalizzare parti della pagina in modo asincrono direttamente lato client.

3.    Integrazione con Web Services Asp.NET

Come per qualsiasi applicazione client, un “AJAX-style web application” ha bisogno di accedere a un server per funzionare. Il modello per la connessione al server in applicazioni ATLAS è gestito tramite Web Service.

Con l’integrazione dei Web Service Asp.NET, le applicazioni ATLAS possono accedere a ogni Aps.NET-hosted sia di tipo ASMX sia di tipo Indigo direttamente tramite il Framework ATLAS, e tutto ciò semplicemente utilizzando un qualsiasi browser web che supporti XMLHTTP.

Con l’integrazione dei Web Service è possibile utilizzare un unico modello di programmazione per scrivere i propri servizi e utilizzarli in qualsiasi applicazione, dai siti “browser-based” alle applicazioni “full smart-client”.



Ti potrebbe interessare anche

commenta la notizia

C'è 1 commento
Redazione
Condividi le tue opinioni su questo articolo!