Redazione
a- a+

WordPress: copia di sicurezza file e ripristino

Vediamo come fare il backup ed il restore del vostro sito web o blog con database.

Una volta che si è installato WordPress e inseriti i contenuti, non vi resta che gestire il vostro CMS. Però come tutti quelli che operano sul web sanno, è bene avere un backup (una copia di sicurezza) giornaliera del sito per evitare spiacevoli inconvenienti come attacchi hacker, errato inserimento contenuti, cancellazione di file involontari, ecc.

Il Backup in WordPress è semplice ma richiede molta attenzione per essere sicuri di non essersi perso niente durante il salvataggio dei file, dei dati e del database.

WordPress non è solo formato da file in PHP e da cartelle ma anche da un database realizzato in MySQL, pertanto vanno salvati entrambi, file e database.

Per il salvataggio dei file e delle cartelle bisognerà utilizzare un client FTP e copiare l’intera cartella principale (nota anche come root) in cui è contenuto WordPress (vanno salvati tutti i file e tutte le cartelle contenute) in una apposita cartella predisposta a contenere la copia intera del sito sul vostro PC. A questo punto non vi resta che salvare l’oggetto più delicato, il database. Delicato perché nel database sono contenuti i dati riguardanti le vostre personalizzazioni grafiche del WordPress, i contenuti testuali di tutte le pagine e le impostazioni che avete dato al vostro sito.

Per salvare il database bisogna accedervi. Per fare ciò, di solito l’hosting provider da cui è stato acquistato lo spazio web mette a disposizione per gestire il database MySQL il phpmyadmin (figura 1).

Figura 1

Cliccate sul database, che è il nome scritto in blu in lato sulla colonna di sinistra (nell’esempio: my_salentotourist). Da notare che il numero scritto di fianco al nome del database sta ad indicare il numero di tabelle di cui è formato il database stesso (in questo caso 11 tabelle). Cliccando sul nome del database entrate nella gestione del database selezionato (figura 2).

Figura 2

A questo punto vedete un menu orizzontale con le operazioni che potete compiere. Quella a cui siete interessati è esportare i dati.

Cliccate “Esporta”. Nella finestra che si apre, dovete spuntare le seguenti voci:

  • Dal riquadro Esporta – spuntate l’opzione SQL
  • Dal riquadro opzioni spuntate Struttura e le seguenti voci:

- Aggiungi IF NOT EXISTS

- Aggiungi valore AUTO_INCREMENT

  • Spuntate dati e le seguenti voci:

- Inserimenti completi

- Inserimenti estesi

- Usa dati esadecimali per BLOB

Infine spuntate compresso con zip (per un riepilogo di quello che va fatto in Esporta si veda la figura 3). Infine cliccate il tasto “Esegui”.

Figura 3

Vi verrà chiesto dove salvare il database e il nome da dare al file zip. Salvate il tutto nella cartella dove avete già salvato i file e le directory e date come nome del file zip il nome del database.

Attenzione. In fase di backup ricordatevi sempre di spuntare Dati, e Inserimento completo, altrimenti i dati non verranno salvati e voi vi ritroverete con un database vuoto, perdendo i dati (contenuti testuali, impostazioni e configurazioni) del vostro WordPress.

A questo punto avete creato la copia di backup (copia di sicurezza) del vostro sito in WordPress.

Per fare l’operazione inversa, ovvero il ripristino dei dati (nota anche come operazione di Restore), prima vanno copiati tramite FTP file e cartelle dal vostro PC allo spazio web. Quindi si accede in phpmyadmin, si clicca sul nome del database dalla colonna di sinistra e si clicca stavolta su “Importa” (figura 4). Si clicca sul tasto “Sfoglia” nel riquadro File importato, si seleziona il file del database zippato che avevate salvato sul vostro PC nell’operazione di backup e di seguito cliccate esegui. Il database verrà rigenerato inserendo dati e strutture che avevate al momento del backup.

Figura 4



Ti potrebbe interessare anche

commenta la notizia

C'è 1 commento
Redazione
Ti interessano altri articoli su questo argomento?
Chiedi alla nostra Redazione!