Redazione
a- a+

Redirect PHP 301: come cambiare pagina in automatico

Vediamo come implementare il redirect 301 in PHP usando la funzione Location Header. Esempio e codici.

Il reindirizzamento è un’operazione che è necessaria quando si verificano situazioni particolari. Ma attenzione: fare un reindirizzamento può essere sgradito ai motori di ricerca che potrebbero penalizzare in tal modo il Page Rank o in generale il posizionamento. Per evitare questo problema, esiste un redirect preferito e suggerito dai motori di ricerca.

Il redirect preferito dai motori di ricerca è quello chiamato 301, il quale indica al motore che l’indirizzo è stato spostato permanentemente. Si deve usare non solo per domini multipli, ma anche per le pagine spostate: consentirà di mantenere il loro Page Rank. Se hai degli inbound link puntati sul dominio con e senza www, allora si sta spartendo il Page Rank tra i due. I motori considerano siti separati quello che trovano a http://www.tuo-dominio.it e quello a http://tuo-dominio.it, quindi se si è pubblicizzato il sito sia con e sia senza www, si deve valutare di unificare il loro Page Rank mettendo una redirect 301 su uno di loro.

Per implementare in PHP il redirect 301 useremo la funzione “Location Header” e il Redirect è semplice come il suo nome. Basterà inserire il codice all’inizio della pagina.

<?
Header( "HTTP/1.1 301 Moved Permanently" ); 
Header( "Location: http://www.nuovo-dominio.it" ); 
?>

Lo script visualizza la pagina default del nuovo dominio alla quale punta. Lo script lavora quando non abbiamo inviato alcun comando PHP o HTML. Inoltre è bene che non sia inviato nient’altro al browser dopo l’header redirect quando si usa il comando location.

Se viene inserito un comando HTML o PHP prima del comando di redirect, ovvero prima dell’header, otterremo un errore PHP del tipo:

Warning: Cannot modify header information - headers already sent by (output started at L:php_files		est6.php:13) in L:php_files		est6.php on line 14 

Il redirect 301 può anche essere realizzato in javascript, ma il vantaggio del PHP è che mentre il javascript bisogna abilitarlo all’interno del proprio browser, il PHP non ha necessità di abilitazione e quindi funzionerà sempre.



Ti potrebbe interessare anche

commenta la notizia

C'è 1 commento
Lorenzo
Hai qualche domanda da fare?