Utilizzare postgresql (Parte III)

Pagina 3 di 3

A questo punto i normali utenti di sistema possono collegarsi al database template1 ma, non esistendo utenti del DBMS (che, ricordo, è un qualcosa di diverso dagli utenti di sistema), non potrebbero fare granchè. E' quindi necessario creare almeno un utente del DBMS, lanciando il comando createuser da utente postgres (l'utente utenteweb potrà creare database, ma non potrà creare nuovi utenti):

postgres@localhost:~$ createuser utenteweb

Shall the new user be allowed to create databases? (y/n) y

Shall the new user be allowed to create more new users? (y/n) n

CREATE USER

postgres@localhost:~$

Se ci colleghiamo a template1 come utente postgres, possiamo modificare la password di accesso dell'utente utenteweb:

postgres@localhost:~$ psql template1

Welcome to psql 7.4.8, the PostgreSQL interactive terminal.

...

template1=# alter user utenteweb password 'pippo';

ALTER USER

template1=#

L'utente utenteweb è stato creato appositamente per essere utilizzato da scripts accessibili attraverso internet, che abbiano la necessità di collegarsi ad un qualche database.

Per permettere connessioni TCP/IP, è necessario modificare pg_hba.conf come segue (bisogna anche ricordarsi di riavviare PostgreSQL dopo ogni modifica a tale file):

#TYPE DATABASE USER IP-ADDRESS IP-MASK METHOD

host web webuser 127.0.0.1 255.255.255.255 md5

Creiamo ora un database da linea di comando:

postgres@localhost:~$ createdb -h localhost -U utenteweb -W base-dati-web

L'opzione -W forza la richiesta di password, mentre l'opzione -h forza l'utilizzo di una connessione TCP/IP. L'installazione di un PostgreSQL funzionante è ora completa.

Per connetterci, infine, possiamo usare un comando di questo tipo:

utente@localhost:~$ psql nome-database nome-utente

 



Ti potrebbe interessare anche

commenta la notizia

C'è 1 commento
Redazione
Ti interessano altri articoli su questo argomento?
Chiedi alla nostra Redazione!