TFA Speciale (PAS) 2013: inizio corsi, costi, sedi, università. Link sempre aggiornato situazione di tutte le regioni

Pubblicità

Continua con molte difficoltà la fase di istruttoria dei Percorsi Abilitanti Speciali. Solo una regione ha pubblicato l'elenco completo.

TFA Speciale (PAS) 2013: inizio corsi, costi, università
Lorenzo Pascucci 

Ancora molto ingarbugliata la questione PAS. Non tutte le regioni viaggiano alla stessa velocità. Qual è la situazione attuale? Le notizie sono poche e frammentate. Allo stato, come rende noto il sito OrizzonteScuola, solo l'Ufficio Scolastico Regionale del Molise ha pubblicato, sebbene non diviso per classi di concorso, l'elenco dei docenti aspiranti a conseguire l'abilitazione all'insegnamento. Per il resto in Calabria sono in corso controlli a campione sul 10% delle domande presentate. In Emilia Romagna, l'università di Bologna sta acquisendo ulteriori informazioni "utili a valutare la possibilità e l'opportunità di attivare alcuni percorsi previsti dal decreto".

In Friuli Venezia Giulia e nel Veneto, l'elenco delle domande valide sarà pubblicato entro la metà del mese di novembre; in Sicilia entro la metà di dicembre; nel Lazio l'università degli studi della Tuscia sta procedendo all'acquisizione delle informazioni necessarie per stabilire quali percorsi attivare; in Lombardia è in corso la valutazione dei servizi; nelle Marche l'università di Macerata ha definito le modalità di accesso ai Percorsi Abilitanti Speciali; in Toscana, il dirigente dell'Ufficio Scolastico di Siena ha costituito un gruppo di lavoro per la trattazione delle domande di accesso ai PAS.

Nella Libera Università di Bolzano l'inizio dei PAS è stato rinviato a data da definirsi poiché il ministero dell'Istruzione non ha emanato in tempo utile i due provvedimenti di attuazione necessari per farli partire già a ottobre. In provincia di Trento sono in fase di verifica le domande di accesso ai PAS. Nessuna comunicazione, fino a questo momento, dalle regioni Abruzzo, Basilicata, Campania, Liguria, Piemonte, Puglia, Sardegna, Umbria e Valle d'Aosta.

Commenta La Notizia!