Terza prova maturità 2011: test, esercizi, simulazioni online

Pubblicità

Sono numerosi i siti Internet sui quali esercitarsi in vista del test multidisciplinare di lunedì. Dopo la riforma, ogni commissione d’esame può decidere in autonomia contenuti e modalità di svolgimento.

E ora il quizzone
 

E ora è tempo di pensare al quizzone. Messe alle spalle le prime due prove, non senza qualche polemica di troppo sulla presunta eccessiva difficoltà del test di matematica, l’attenzione degli studenti è proiettata verso il test multidisciplinare di lunedì. Si tratta di una prova su cui ogni scuola, in virtù della propria specificità didattica, può scegliere contenuti e modalità di svolgimento.

Elemento comune è la presenza di quesiti su una lingua straniera. L’intera commissione d’esame è coinvolta nella stesura del questionario. Fra risposte singole e multiple, soluzione di problemi o sviluppo di progetti, a risultare decisiva sarà la preparazione degli studenti. Come nelle precedenti due prove, anche questa volta il web può risultare un utile strumento per verificare le proprie condizioni.

Il sito Matematicamente.it raccoglie vere e proprie simulazioni per la terza prova dell’esame di maturità di matematica. Pochi click possono bastare per un rapido ripasso delle materie. Anche Tramontana.it non è da meno. Il ventaglio degli argomenti affrontati è più ampio: italiano, informatica, matematica, economia e tecnica delle aziende turistiche, economia aziendale, costruzioni, diritto, impianti elettrici meccanica e macchine, tecnica professionale, amministrativa, organizzativa, sistemi e automazione, telecomunicazioni, economia e gestione delle aziende ristorative, economia d’azienda, tecnica amministrativa, elettronica.

C’è Treccani.it che, oltre ai test per esercitarsi, propone una vera e propria guida per affrontare al meglio i quesiti di matematica. Più essenziale, ma non meno efficace, è lo spazio web creato da SmartLite Software, in collaborazione con Educazione&Scuola. I questionari possono essere affrontati sia online che offline, sia davanti al monitor del computer che su carta.

Autore: Fabio Lepre
 

Commenta La Notizia!