Telefonare gratis dal cellulare con Tryllo Fastweb e una VPN. Come funziona

Pubblicità

Tryllo è una nuova applicazione firmata Fastweb per chiamare numeri fissi e numeri di cellulare anche quando il telefono di casa è occupato. Con una VPN si può chiamare gratis anche da smartphone.

Fastweb Tryllo + VPN Chiamare Gratis da Cellulare
Lorenzo Pascucci 

Tryllo promette di trasformare il telefono di casa. Si tratta di un’applicazione gratuita lanciata da Fastweb e utilizzabile dai clienti della stessa. Tryllo, spiega Fastweb, permette di chiamare qualsiasi numero fisso nazionale e internazionale, e qualsiasi cellulare, utilizzando Facebook o la pagina del sito fastweb.it riservata ai clienti. Con Tryllo, prosegue l’azienda, è possibile telefonare e ricevere telefonate da PC, tablet e smartphone, usando il proprio numero di casa e agli stessi costi dell’abbonamento sottoscritto con Fastweb. Per esempio, chi dispone di un abbonamento con telefonate illimitate verso i numeri fissi nazionali e con chiamate incluse verso i cellulari, può sfruttare Tryllo senza pagare nulla.

Con Tryllo si può chiamare anche quando il telefono di casa è occupato, perché il PC, il tablet o lo smartphone si trasformano di fatto in telefoni cordless, aggiunge Fastweb. Non è necessario scaricare alcun software sul PC, e l’uso di Tryllo è facile e immediato perché permette di utilizzare la rubrica dello smartphone e del tablet o i contatti di Facebook. Tryllo funziona solo da casa, precisa l’azienda. Tuttavia, Marco Dalli di DDay.it ha scoperto che è possibile utilizzare l’applicazione anche quando si è lontani da casa, attraverso reti cellulari 3G e tramite Wi-Fi. A tal fine, spiega Dalli, ci si deve collegare alla rete domestica tramite VPN (Virtual Private Network).

«Abbiamo testato il nuovo servizio Fastweb collegandoci alla rete di casa sia tramite un’altra connessione Wi-Fi, sia da 3G: in entrambi i casi è stato possibile effettuare correttamente telefonate verso numeri fissi, mantenendo una qualità decente», scrive Dalli. L’esperto non manca di segnalare il ritardo rilevato, ovvero il lag che si verifica tra il ricevente e il chiamate, dovuto in via principale alla qualità della rete. «Nel caso del Wi-Fi, infatti, questo è pressoché trascurabile, ma nel caso del 3G può diventare un problema se la copertura della rete cellulare non è più che buona», evidenzia Dalli.

Smascherare la connessione di provenienza tramite VPN, aggiunge l’esperto, permette di bypassare molte delle limitazioni imposte dagli operatori, e in questo caso consente di chiamare gratis o quasi anche dallo smartphone.
 

Commenta La Notizia!

Ci sono 2 commenti
Anonimo
salve,
gentilmente potrebbe indicarmi dove posso rimadiare i parametri per la configurazione 3g sull iphon
grazie