TASI 2014: prima casa e seconda casa. Calcolo nuova tassa casa, quanto si paga Ma aliquote e detrazioni ancora non ufficiali

Resta ancora molto da chiarire in merito all'introduzione della Tasi. A Torino, Milano e Roma potrebbe essere previsto un salasso di 700 euro.

TASI: quanto si paga con nuova tassa casa 2014
 

Si lavora sulla Tasi, la tassa unica sui servizi indivisibili, la cui aliquota potrebbe arrivare fino al 3,3 per mille sulla prima casa, ma solo con gli sgravi alle famiglie. Sulle seconde potrebbe schizzare fino all'11,4 per mille. Ai Comuni la facoltà di decidere sulle detrazioni. Tutti loro, infatti, potranno aumentare le aliquote su IMU e Tasi tra lo 0,1 e lo 0,8 per mille oltre ai massimi attuali per concedere agevolazioni alle famiglie e ai ceti deboli. Di più, stando a quanto indicato nella legge di stabilità, l'aliquota massima della somma di IMU e Tasi sulle case diverse da quella principale dovrà comunque mantenersi nel limiti dell'11,4 per mille.

Ci sono incertezze anche in merito alla scadenza entro la quale pagare la Tasi. Salvo diversa decisione dei Comuni, potrà essere versata in una soluzione unica. I primi cittadini hanno però la facoltà di prevedere un versamento a rate.

Nel caso di applicazione dell'aliquota massima, rileva il Corriere della Sera, le 30 città in cui costerebbe di più per una casa da 120 metri quadrati in categoria A/2 sono Torino (720,66 euro), Roma (702,64 euro), Milano (699,99 euro), Genova (698,35 euro), Bologna (672,85 euro), Padova (589,90 euro), Siena (584,97 euro), Aosta (559,60 euro), Como (553,64 euro), Bari (546,29 euro), Livorno (544,11 euro), Trieste (538,30 euro), Lecco (533,66 euro), L'Aquila (525,34 euro), Firenze (522,93 euro), Rimini (522,30 euro), Cagliari (513,51 euro), Pisa (501,92 euro), Pavia (497,70 euro), Napoli (496,01 euro), Verona (490,62 euro), Venezia (488,40 euro), Pordenone (486,29 euro), Savona (472,99 euro), Sassari (466,16 euro), Massa (456,89 euro), Lodi (441,76 euro), Ferrara (432,64 euro), Bergamo (425,44), Mantova (421,91 euro).

Le 30 città in cui la Tasi costerebbe di più per una casa da 80 metri quadrati in categoria A/3 sono Roma (443,10 euro), Bologna (386,20 euro), Torino (353,07 euro), Milano (344,42 euro), Bari (324,78 euro), Genova (324,76 euro), Firenze (319,21 euro), Padova (286,81 euro), Siena (286,49 euro), Trieste (281,82 euro), Savona (264,45 euro), Ferrara (260,13 euro), Venezia (251,76 euro), Como (249,69 euro), L'Aquila (243,07 euro), Verona (234,27 euro), (Salerno 234,03 euro), (Pisa 231,53 euro), (Foggia 228,13 euro), (Napoli 223,83 euro), (Taranto 222,35 euro), (Pescara 222,14 euro), (Grosseto 221,73 euro), (Aosta 219,96 euro), (Pavia 217,95 euro), (Prato 213,44 euro), (Brindisi 210,74 euro), (Bergamo 209,20 euro), (Benevento 204,98 euro), (Pordenone 203,88 euro).

Commenta La Notizia!