Tagli statali, pensioni, polizia, esercito, carabinieri, militari 2014: DEF 9-10 Aprile, decreto con Governo Renzi. O entrambi

In arrivo il decreto per il taglio delle tasse: conto alla rovescia iniziato, in previsione 7 miliardi per sgravi IRPEF.

Governo Renzi: tagli statali, polizia, carabinieri, esercito, polizia, militari
 

Decreto taglio delle tasse, DEF e PNR, in arrivo nuovi sgravi IRPEF per il valore 7 miliardi di euro.
Una delle promesse fatte dal governo Renzi sembra pronta per la realizzazione: inizia infatti il conto alla rovescia per il bonus fiscale da 80 euro in busta paga previsto a partire dagli stipendi di maggio.

Un nuovo decreto legge potrebbe arrivare insieme al Documento di Economia e Finanza (il DEF) ed il Piano Nazionale di Riforme (PNR), con molta probabilità entro il 10 aprile: una data di scadenza che dovrebbe pertanto includere anche la realizzazione del decreto in tutela dei lavoratori che, a partire dal mese di maggio, potranno godere di un bonus di 80 euro mensili in più nella busta paga. A sottolineare l’esigenza di far scattare il bonus per i lavoratori insieme al DEF con governo Renzi è Enrico Morando, vice ministro dell’Economia, in una recente intervista rilasciata a “Il Messaggero”.



Il costo dell’operazione è di circa 7 miliardi, ovvero 3 miliardi in meno rispetto alla previsione di Renzi: ciò dipende dal fatto che per il 2014 non vi sarà la copertura dei primi quattro mesi, con un notevole risparmio sui conti pubblici. In previsione, saranno aumentate le detrazioni per lavoro dipendente, probabilmente dagli attuali 1.880 euro a 2.400, con un beneficio massimo che può toccare i 23.000 euro, ma rimarranno fuori dalla manovra coloro che dichiarano meno di 8.000 euro e che ricadono nella cosiddetta “no tax area”.

Per ottenere i fondi necessari alla realizzazione del bonus, saranno utili i tagli sulle spese pubbliche: in primis tagli statali, sull’acquisto dei beni e servizi, sui trasferimenti alle imprese, sugli stipendi dei dirigenti della pubblica amministrazione. In particolare agendo sul 10% del monte retribuzioni dei dirigenti della pubblica amministrazione (che è di 28 miliardi di euro), si potrebbe ottenere una buona parte di fondi per il 2014.

Matteo Renzi si era detto impegnato a non toccare le pensioni: un ulteriore aiuto per la costituzione dei fondi necessari potrebbe arrivare da un intervento alla spesa farmaceutica, e da tagli alle forze armate: entro il 10 aprile, tramite apposito decreto o tramite il DEF, si potranno avere tutte le informazioni in merito ai tagli ed alle riduzioni previste per i fondi sul bonus nella busta paga dei lavoratori.

Commenta La Notizia!