Spesometro 2013 Agenzia delle Entrate: proroga scadenza invio ufficiale per software con errori e problemi. Ultime notizie, novitÓ

Si avvicina la scadenza per la presentazione della documentazione. Le associazioni di categoria continuano a richiedere il rinvio.

Spesometro 2013 e Agenzia delle Entrate: scadenze e proroghe
 

AGGIORNAMENTO: L'agenzia delle Entrate ha accolto le richieste dei commercialisti, delle associazioni di categoria e degli altri soggetti impegnati nello spesometro 2013 con una comunicazione, attraverso una circolare, che se proprio, non è una proroga è una apertura dei tempi, una dilazione.
Infatti, come spiega la nota, i modelli potranno essere inviati fino al 31 Gennaio 2014 rimanendo aperto fino a quella data il canale telematico. La doppia scadenza rimane, ma fino a quella data potranno essere reinviati i modelli e le dichiarazioni anche già spediti con le dovute e necessarie correzioni.


Si tratta, invece, di una proroga "completa" per le spese che i vari operatori e intermediari finanziari avrebbero dovuto comunicare il 12 Novembre sui pagamenti oltre i 3600 euro effettuati con carta di credito e bancomat. La proroga questa volta è espressa e la nuova data è il 31 Gennaio 2014.
 

Sarà il prossimo 12 novembre l’ultimo giorno utile per la compilazione dello Spesometro 2013 e per la liquidazione dell’IVA mensile. Gli altri soggetti, quelli con l’Iva trimestrale, avranno invece tempo fino al 21 novembre; non sarà dunque gioco facile per i contribuenti obbligati alla presentazione telematica come i titolari di partita IVA che hanno compiuto nel corso del 2012 operazioni ai fini di questo tipo di imposta. E questo nonostante i ritardi nell'utilizzo del relativo software per l'invio delle informazioni.

I titolari di Partita Iva infatti lamentano un tempo troppo ristretto per l’invio delle informazioni a causa anche del via libera al modello aggiornato che è stato dato solo il 10 ottobre e che solo da pochi giorni è utilizzabile nella sua versione definitiva. Le indiscrezioni, nonostante le proteste, dicono però che il Tesoro non concederà proroghe; in realtà lo ha fatto ieri per le pubbliche amministrazioni, ma il fatto che dal ministero abbiano taciuto per quanto riguarda le aziende non lascia ben sperare. A questo punto il consiglio è quello di compilare comunque lo spesometro, anche con eventuali errori, visto che sempre secondo indiscrezioni, sarà possibile integrare successivamente il documento senza incorrere in sanzioni.

Mai come questa volta dunque sono stati tanti i dubbi, i ripensamenti e le modifiche, anche in riferimento della struttura del modello, delle regole dell'operazione. Il dubbio maggiore riguarda le operazioni da includere e da escludere. Quali sono quelle oggetto di separata comunicazione alla anagrafe tributaria? Quali escludere per mancanza della territorialità? Il suggerimento è di fare riferimento alle norme fin qui applicate e comunque alle indicazioni presenti nei canali di comunicazione ufficiali, come il sito dell'Agenzia delle Entrate. In caso di contestazioni, non potrà essere comminata alcuna sanzione.

Tra le associazioni di categoria c’è comunque chi ancora non si arrende: ecco allora che è stata indirizzata una lettera con richiesta di proroga al ministro del Tesoro, Fabrizio Saccomanni, e al direttore delle Entrate, Attilio Befera. Si legge nella missiva: "Le disposizioni tributarie non possono prevedere adempimenti a carico dei contribuenti la cui scadenza sia fissata anteriormente al sessantesimo giorno dalla data della loro entrata in vigore o dell'adozione dei provvedimenti di attuazione in essere espressamente previsti". A loro dire i tempi, anche in vista dei provvedimenti del decreto del Fare, dovrebbero slittare agli inizi del prossimo anno.

 

Commenta La Notizia!

Ci sono 7 commenti
Anonimo
sono giochini utili per tirare su soldi ... lo stato non sa più cosa fare per multare tassare a mangiare

simonelosi
la scadenza del 12 novembre è per lo Spesometro (o meglio era a questo punto) relativa ai contribuenti con periodicità iv amensile. I trimestrali invece avevano tempo fino al 21 novembre, ora in entrambi i casi, è stata fornita la possibilità di inviare i file fino al 31.01.2014

Anonimo
io lavoro in uno studio professionale il programma definitivo ce lo hanno consegnato lunedi' 4 novembre... fate un po' voi se vi sembra il caso di sacrificare sempre e comunque oltre al contribuente anche chi lo segue fiscalmente con gimkane assurde per effettuare gli obblighi sempre all'ultimo tuffo..non ho parole.... ciao e buon lavoro ai malcacapitati degli studi professionali..

MikMik
almeno a te è arrivato il 4 a me hanno assicurato che l'aggiornamento definitivo mi arriverà il 7 o l'8! siamo proprio messi bene!

Anonimo
Ma secondo voi ci sara mai qualcuno che si prendera la briga a controllarli?............da cui basta farli...giusti o meno....poco importa.....