Oracle e Cloud Computing un connubio sempre più stretto. Le nuove strategie 2015-2020 in Italia e all'estero

Oracle punta con sempre maggiore convinzione sul cloud e i numeri sembrano darle ragione. Il servizio è gestito in 19 data center in tutto il mondo.

Oracle e Cloud Computing un connubio sempre più stretto
 

Oracle continua a farsi strada nel mercato del cloud. Con 24 nuovi servizi di piattaforma e di infrastruttura, si ponte come un sicuro fornitore nel comparto della nuvola. Si tratta di una svolta di rilievo se pensiamo che alcuni anni fa, Larry Ellison, CEO di Oracle Corporation, aveva derubricato il termine cloud a slogan di moda. I passi in avanti sono tanti e molto evidenti, a partire dai servizi integrati per aiutare le imprese a spostare le loro operazioni sulla nuvola digitale, anche in ambito mobile. Il servizio cloud è gestito in 19 data center distribuiti in tutto il mondo, che detengono insieme oltre 700 petabyte di storage.

Insomma, Oracle ha trovato il sentiero per la crescita. Poco tempo fa, la società ha riferito che i ricavi da nuove licenze software erano crollati del 17% rispetto allo stesso trimestre di un anno prima, ma le entrate da servizi cloud erano aumentato del 29% nello stesso periodo. Stando ai dati diffusi, Oracle supporta più di 70 milioni di utenti che effettuano oltre 33 miliardi di transazioni al giorno con i propri servizi cloud. Come spiegato da Charles Eschinger, vicepresidente di ricerca di Gartner, "l'azienda ha avuto un rapido avvio, dato che la sua Fusion, basata su Java, fornisce un modo semplice per spostare le applicazioni in ambienti cloud".

Solo poche settimane fa, la multinazionale di Redwood Shores aveva lanciato 6 nuovi servizi per la nuvola digitale ovvero Oracle Retail Brand Compliance Management Cloud Service, Oracle Retail Customer Engagement Cloud Service, Oracle Retail Open Commerce Platform Cloud Service, Oracle Retail Order Broker Cloud Service, Oracle Retail Order Management System Cloud Service e Oracle Xbr Cloud Service. In parallelo avevano visto la luce nuove soluzioni per la gestione dei Big Data: Big Data Discovery, GoldenGate for Big Data, Big Data SQL 1.1 e NoSQL Database 3.2.5 possono funzionare in contemporanea e permettono lo sfruttamnte e l'utilizzo delle potenzialità degli analytics.