Fatturazione elettronica: che cosa è? I vantaggi per le aziende

Dal trentuno marzo del 2015 le fatture emesse nei confronti della Pubblica Amministrazione devono obbligatoriamente essere inviate o ricevute in formato elettronico.

Fatturazione elettronica
 

Una novità questa che sta rivoluzionando anche la modalità di fatturazione in vigore tra imprese quella cosiddetta b2b: risparmio di costi (la stima del risparmio ammonta a circa un miliardo e cinquecento milioni di euro all’anno), e di risorse (che si traduce anche in una maggiore efficienza dell’azienda) sono alla base dei provvedimenti che hanno reso obbligatoria la fatturazione elettronica.

Molti, però, non sanno ancora che cosa sia la fatturazione elettronica b2b e quali sono i vantaggi per le aziende. Proveremo a scoprirlo insieme in questo articolo.

Che cos’è la fatturazione elettronica

Non si tratta, come qualcuno aveva immaginato, di una semplice digitalizzazione della fattura cartacea tradizionale: per intenderci, non basterà scannerizzare la propria fattura cartacea per poter parlare di fatturazione elettronica. In questo caso, infatti, si tratta di fatture concepite già in formato elettronico che necessitano della firma digitale dell’azienda o del privato che la emette, da conservare a fini fiscali solo in formato digitale.

La conservazione digitale è un processo che deve rispettare un iter molto preciso e regolamentato in maniera chiara dal legislatore: bisogna apporre una seconda firma digitale e una marca temporale sull’archivio elettronico delle Fatture, e custodirne il contenuto per dieci anni, tanti quanti la legge dice che devono passare prima di poter essere cestinate. La fatturazione elettronica risolve anche il problema dell’archiviazione di faldoni, molto ingombranti e difficilmente consultabili. Non è un caso, infatti, che questo processo – ormai particolarmente radicalizzato in alcuni settori – venga chiamato “dematerializzazione” e sia uno degli aspetti più graditi della digitalizzazione.  Ricordiamo, inoltre, che la possibilità di emettere fatture elettroniche vale anche per le fatture tra aziende (chiamate b2b).

Vantaggi per le aziende

I vantaggi per le aziende sono molti, e il più immediato è sicuramente di natura organizzativa. L’adozione della fatturazione elettronica consente all’azienda di aumentare la propria efficienza grazie ad un importante risparmio di tempo e risorse, e il tempo, si sa, è denaro. L’efficienza, quindi, si traduce anche in un vantaggio economico che, in base al volume di fatture inviate e ricevute, va dai  € 7.50 a € 11.50 per ogni fattura. Un risparmio che si concretizza anche nella riduzione del numero di dipendenti adibiti a questa attività, oltre ai costi necessari alla stampa, all’imbustamento e alle altre operazioni necessarie per la fattura ‘tradizionale’.

Fatturazione elettronica: alcuni esempi

Per quanto riguarda la fatturazione elettronica esistono diverse piattaforme utili a emettere questi documenti senza problemi. Tra queste, per le fatturazioni elettroniche, Agyo è certamente una delle più utilizzate e performanti in Italia. La semplicità di utilizzo e i servizi che offre la rendono davvero preziosa per quelli che devono svolgere questo tipo di attività. Invio, ricezione, registrazione e conservazione delle fatture elettroniche, secondo i dettami stabiliti dalle nuove regole, sia per i rapporti lavorativi tea privati che verso la Pubblica Amministrazione sono i servizi principali di questa piattaforma.