Sciopero Movimento dei Forconi: 8-9 dicembre 2013 si farà lo stesso con trasportatori di alcune sigle. Anzi si rilancia

Pubblicità

Prosegue l'organizzazione della protesta del Movimento dei Forconi. Sono in programma manifestazioni in quasi tutte le città d'Italia. Minacciata la chiusura delle frontiere.

Sciopero Movimento dei Forconi: il 9 dicembre 2013 si farà ugualmente
Lorenzo Pascucci 

Continua a ricevere novità e adesioni la manifestazione nazionale promossa dal Movimento dei Forconi per il 9 dicembre 2013. Secondo gli ultimi aggiornamenti, il passaparola su Facebook inizia a diventare inarrestabile. Per ciascuna regione e quasi per ogni città d'Italia sono allestiti coordinamenti locali a cui rivolgersi per ricevere informazioni sulle modalità di partecipazione. Sì, perché questa associazione di agricoltori, pastori e allevatori "stanchi del disinteresse quando non del maltrattamento da parte delle istituzioni" ha scelto il web, anziché i tradizionali mezzi di comunicazione, come mezzo privilegiato per diffondere la propria voce.

Il via alle proteste, in realtà, è previsto dalle ore 22 dell'8 dicembre e, stando alle intenzioni dei promotori, dovrebbero protrarsi sino al 13 dicembre. La novità è rappresentata dall'adesione di tante categorie di lavoratori, mentre le sigle politiche sembrano rimanere alla larga. Lo stesso Movimento 5 Stelle, rispetto al quale c'è chi aveva immaginato vicinanze ideologiche, viene criticato dal Movimento dei Forconi. Non ci saranno, però, gli autotrasportatori che fanno riferimento alle sigle Unatras e Anita. Quest'ultime hanno infatti raggiunto un accordo sulle loro rivendicazioni con il ministro dei Trasporti Maurizio Lupi.

Le principali critiche sono rivolte alle dimensioni del debito pubblico e alla troppe tasse a carico dei cittadini. Non è chiaro fino a che punto sarà una protesta pacifica. Su uno dei tanti volantini (virtuali) che circolano sulla Rete, si legge come ribellarsi sia "un dovere: quando un Governo non fa ciò che vuole il popolo va cacciato anche con mazze e pietre". Viene minacciata la chiusura delle frontiere: "Manderemo in tilt l'Italia. E contro coloro che vogliono strumentalizzare la natura di questa protesta, ribadiamo che il nostro unico intento è far del bene al nostro Paese: lo faremo con le mani in tasca, senza violenza".

Spiega il leader del Movimento, Mariano Ferro: "Le nostre aziende vengono derise dai cinesi. I cittadini chiedono a gran voce di passare ai fatti". Da qui la minaccia che "la protesta non può essere democratica e pacifica. Continuerebbero a prenderci in giro".

Commenta La Notizia!

Ci sono 15 commenti
Anonimo
Pur non essendo dei settori lavorativi in questione, condivido pienamente l'iniziativa intrapresa finalmente in maniera unitaria, tra nord e sud della penisola, contro una classe politica incapace, miope ed abituata a vivere tra i palazzi del centro storico di Roma ed ignara del modo di vivere la vita quotidiana della popolazione italiana. Parlamento sordo alle invocazioni di aiuto provenienti dalla vera Società civile (i politici fanno parte degli incivili) ed alla richiesta di uscita dall'Europa che ha causato i tantissimi morti suicidati. L'uscita dall'Europa ed dall'euro sancirebbe la rinascita dell'Italia e non creerebbe nessuna catasfrofe, come dicono alcuni politici ultras europei (Letta, Monti, Prodi che ci ha portato in questo sconquasso, ed altri), perchè peggio di così non credo possiamo sprofondare.
Spero che la protesta continui e che altri lavoratori e non si associno.
Armando

Anonimo
sono stanco di questa italia e di politici vecchi e inutili,lunedi ci saro anchio a manifestare anche se ce sempre gente che critica e giudica,invece di criticare state zitti che a giudicare ci pensa solo una persona......

Anonimo
Per protestare il potere dittatoriale dice che dobbiamo farlo nei modi e nei luoghi che loro dicono, senza disturbare e senza rumore.

Tutte le dittature usano questi metodi, e se non fai come dicono diventiamo sovversivi.
Tutti i popoli si sono liberati dalle catene solo delegittimando l'oppressore.
E' UN NOSTRO DOVERE RENDERE LIBERO IL NOSTRO PAESE PER I NOSTRI FIGLI E LE FUTURE GENERAZIONI.

I CODARDI FARANNO I CONTI CON IL DISPREZZO DELLE GENERAZIONI FUTURE.

Silvio

Anonimo
purtroppo parlando con ragazzi giovani dai 18 ai 25 anni ,le uniche risposte ricevute fino ad adesso
sono state: A CHE SERVE.............TANTO NON VA NESSUNO.........VOGLIO PROPRIO VEDERE QUANTE CHIACCHIERE FANNO.......è TUTTA COLPA DEGLI EXTRACOMUNITARI.......A SI POI VEDIAMO.............."tutta gente che non fa un cazzo dalla mattina alla sera!!!!!!"c....o mi fanno proprio ridere e pensare che il governo, lo stato e i potenti sono riusciti a rimbecillire e a sfiancare mentalmente gran parte della popolazione che vive nella nostra penisola........bel popolo di bamboccioni da 0 a 90 anni capaci soltanto di giudicare il prossimo
ovviamente sempre male .IO IL 9 SARO' A TORINO INSIEME A TUTTI GLI ALTRI CHE CREDONO IN UN ITALIA PIU' FORTE E LIBERA "IN MODO SICURAMENTE PACIFICO MA PRONTO A TUTTO"

Anonimo
ahahahah!!! Quà c'è anche qualche coglione che dice che manifestare non è democratico, certo, invece è democratico sotterrare scorie nucleari e far venire il tumore a milioni di persone!!! E democratico insediare governi non votati dal popolo!!! E democratico aver ridotto questa nazione alla fame e indotto la gente a suicidarsi!!! VAFFANCULO!!! Io il 9 sono in piazza a protestare, ne ho le palle piene!!!

Anonimo
sono la persona piu' pacifica del mondo, ho sempre e solo predicato l'amore, non sono mai sceso in piazza, neanche negli anni 70 ma ora ne ho I COGLIONI PIENI, lunedì ci saro' anch'io e vada come vada non me ne frega un cazzo..................

Antonio28
Ognuno ha diritto di manifestare il proprio dissenso ma rispettando la libertà di chi la pensa diversamente e non ostacolando il movimento di altri cittadini che hanno altri problemi.
Non dimentichiamo che quando si bloccano le strade si lede la libertà altrui e si sequestrano altre persone, magari anche quelle persone che hanno necessità impellenti perchè sofferenti o malate.
Anche in silenzio si paralizza una nazione, lasciando i mezzi nelle autorimesse e poco importa se qualcuno non vuole aderire, tanto prima o poi il disagio arriva. Bloccare con violenza e antidemocratico, fascista e soprattutto MAFIOSO, ricordo che alcune fra le più grosse ditte di trasporti, v.cronache varie, soprattutto nel settore alimentare sono gestite da MAFIOSI.
Vorrei solo sensibilizzare la maggioranza dei lavoratori a non farsi trascinare dai facinorosi infiltrati e rispettare gli altri cittadini.
Antonio

Anonimo
Ciao Antonio, ti ricordo che anche mandare una nazione sul lastrico e spingere i cittadini al suicidio è antidemocratico. Anche sotterrare rifiuti tossici e scorie nucleari sotto la terra, facendo venire tumori ai bambini è un tantino antidemocratico! Soprattutto se poi ne fai segreto di stato perchè lo stato è complice!!! Anche insediare dei governi con la forza, governi che nessuno ha votato è antidemocratico. Ora chi si ribella a tutto questo è antidemocratico? Ma finiscila!!! E' arrivato il momento di farsi sentire, io non ci stò ad un'Italia distrutta da questi politi "democratici"!!! Bisogna lottare per riconquistare la libertà e la democrazia!

Anonimo
voglio ricordare il danno che i forconi hanno fatto alla Sicilia nel 2012. Il fatto di bloccare (obbligare) la gente a manifestare lo vedo più come un comportamento mafioso. La manifestazione, secondo me (vedi tassisti), deve essere fatta a Roma presidiando il governo e facendoli cacare a dosso e vi assicuro che qualcosa si muoverà ma diversamente ci facciamo male da soli.

Anonimo
voglio ricordare il danno che i forconi hanno fatto alla Sicilia nel 2012. Il fatto di bloccare (obbligare) la gente a manifestare lo vedo più come un comportamento mafioso. La manifestazione, secondo me (vedi tassisti), deve essere fatta a Roma presidiando il governo e facendoli cacare a dosso e vi assicuro che qualcosa si muoverà ma diversamente ci facciamo male da soli.

Anonimo
Blocchiamo tutto!
Strade , autostrade, porti, questa è la nostra ultima occasione.
Blocchiamo tutti gli ingressi di : banche, istituti, negozi..tutto.

Anonimo
quanto ci vogliamo bene...
questo paese mi fa schifo!!!!!
siamo tutti delle mer........, tutti bravi a criticare e parlare, ma nel fare nessuno fa qualcosa di buono!!! ci meritiamo quello che sta succedendo, la colpa è nostra!!!!!

Anonimo
ciao a tutti. sono un piccolo imprenditore in provincia di belluno, combatto ogni giorno con mille difficolta , non ne posso piu ,ho dissipato tutto cio che in una vita avevo risparmiato. garantisco con difficolta lo stipendio a 15 persone, ma sono allo stremo, lunedi vi prego non molliamo e cerchiamo di fermare questo sistema basato sul rubare e distruggere la nazione migliore al mondo, mandiamoli tutti a casa o se possibile sulla forca.....vi voglio bene.