Riforma pensioni: legge 104 e donatori sangue. Modifiche. Emandamento non serve. I motivi

Anche in sede di dibattito parlamentare sulla riforma delle pensioni potrebbero essere approvate misure sui contributi figurativi e la legge 104.

Riforma pensioni: modifiche legge 104 e donatori sangue
 

Fra la questioni più spinose della riforma della delle pensioni ci sono quelle relative alla legge 104 e ai contributi figurativi in cui, fra gli altri, sono coinvolti anche i donatori del sangue. Nel mirino c'è la legge Fornero e il recupero delle giornate lavorative impiegate, ad esempio, per accudire familiari malati, per il raggiungimento dell'anzianità da pensione. A cercare di fare un po' di chiarezza, attraverso i microfoni di Radio 24, ci ha pensato Enzo De Fusco, consulente del lavoro, secondo cui chi si assenta per la donazione del sangue o per la legge 104, non dovrà recuperare nulla.

Ma allora dove sta il vuoto normativo contestato a più riprese e per il quale è stato già presentato un emendamento correttivo? Fino al 2017 si può andare in pensione anche se non è stata raggiunta l'età anagrafica, ma è stata raggiunta l'anzianità contributiva, a condizione che questi anni si raggiungano con lavoro effettivo, comprese alcune assenze, come maternità e malattia. A quanto pare, sono assenti i casi di donazione di sangue e quelli previsti dalla legge 104. Cosa vuol dire? "Che se io vado in pensione anticipata, queste assenze mi valgono per il raggiungimento dei requisiti, ma quando mi calcoleranno l'ammontare della pensione, se ho meno di 62 anni mi faranno delle trattenute, una penalizzazione di carattere economico".

Occorre dunque mettere in conto possibili cambiamenti in sede di dibattito parlamentare sulla legge di stabilità. Si tratta infatti di una modifica ovvero di una correzione o di una precisazione della normativa esistente che potrebbe verosimilmente ottenere il via libera. Difficile, invece, anche per via dei vincoli imposti dall'Unione europea, immaginare una drastica riforma delle pensioni. La stessa legge di stabilità, al di là di qualche cambiamento, on è intervenuta in profondità nel migliorare l'impianto del sistema previdenziale.

Commenta La Notizia!

Ci sono 2 commenti
Anonimo
Va bene se tolgono la penalizzazione per la 104 ma quando finiscono i due anni io non posso lasciare a casa mio marito da solo e mi mancheranno 8 mesi ai 41 anni e 6 mesi.
Quindi avrò la penalità per le volonrarie ?
Inoltre ho fatto la maternità facoltativa per gravi motivi di salute quando è nata mia figlia, e allora devo pagare le penali ?
Penali per poter continuare ad assistere mio marito ? Ma che mondo è ?

Anonimo
E' veramente vergognoso, i nostri parlamentari vanno i pensioni con delle cifre "PAZZESCHE" e a loro bastano 5 anni e non 42 anni di contributi.

NOI SIAMO PENALIZZATI ANCHE SE CI HANNO MESSO IN CASSA INTEGRAZIONE STRAORDINARIA !!!!