Ricercare film, musica e file in BitTorrent più facile con una nuova tecnologia.

Pubblicità

Trovare il file Torrent che si desidera a volte non è così semplice. Ma delle nuove tecnolpogie renderanno il BitTorrent più semplice da usare nelle ricerche.

Redazione 

A differenza di un programma come eMule, il network di file sharing BitTorrent mostra un problema che speso si rivela non indifferente: la ricerca dei contenuti da condividere.

Sono nati in tal senso aggregatori di risorse come The Pirate Bay, ma trovare il file Torrent che si desidera a volte non è così semplice.

Ma gli sviluppatori di Cubit stanno lavorando per realizzare per BitTorrent la decentralizzazione tipica del network Kadmelia di eMule.

Cubit è stato ideato da Bernard Wong e dal suo consigliere Emin Gun Sirer, del Dipartimento di Scienze Informatiche della Cornell Unversity di New York, in collaborazione con il ricercatore Microsoft Aleksandrs Slivkins.

Attualmente Cubit consiste in un plug-in per il software di condivisione BT Vuze/Azureus e funziona come supporto alla rete di BitTorrent, andando a costituire un proprio network indipendente utile alla ricerca approssimativa dei file in condivisione tra gli utenti che hanno attivato il plug-in.

In pratica Cubit opera alla stregua di Google e suggerisce un termine alternativo nel caso in cui quello cercato venga scritto in maniera impropria.

Cubit calcola il numero minimo di modifiche da applicare alla keyword cercata, individua i nodi più vicini al peer e ne richiede la lista dei file, un sistema che consente di risparmiare una notevole quantità di risorse rispetto alle tabelle di hash distribuite (DHT), che al momento sono impiegate per rimediare alla mancanza di una funzionalità di ricerca su network BitTorrent.

Autore: Pierluigi Emmulo

Ultimi articoli correlati:

Commenta La Notizia!