Prove INVALSI 2013: domande, soluzioni, commenti test prima media oggi. (AGGIORNATO CON RISPOSTE)

Pubblicità

Le principali risorse online che potrebbero fornire informazioni utili per le prove INVALSI di italiano e di matematica in programma oggi per la prima media.

Prova INVALSI 2013 Test Correzione Domande Risposte Online Dove Trovarli
Marcello Tansini 

AGGIORNAMENTO:  Le griglie di correzioni della prova di matematica di prima media con i risultati e le risposte esatte si possono trovare qui, mentre in questa pagina si possono trovare quelle di italiano.

AGGIORNAMENTO
: I primi commenti, alcune parti di testo e alcune domande sulla prova INVALSI di oggi di prima media sono usciti sul Sole24Ore.com in questa pagina.

Gli alunni di prima media affrontano oggi le prove INVALSI 2013 di italiano e matematica. I sistemi anticopiatura sembrano funzionare, ma è possibile che gli studenti di prima media, più avvezzi all’uso di Internet e dei cellulari rispetto ai bambini delle elementari, riescano a diffondere online risultati, testi delle prove INVALSI e indicazioni per la correzione.

I siti web di riferimento ove forse sarà possibile reperire informazioni utili per superare le prove INVALSI 2013 di italiano e matematica sono Studenti.it, Engheben e ScuolaZoo. Consigliamo anche di puntare il browser web in direzione della pagina Facebook di Orizzonte Scuola. Domande, quesiti e contenuti dei test sono usciti online anche sulle pagine web de Il Sole 24 Ore: la prova di italiano e la prova di matematica.

Ricordiamo in sintesi l’oggetto delle prove INVALSI odierne: uno o più testi letterari e non, e la grammatica per la prova di italiano; numeri, spazio e figure, relazioni e funzioni, dati e previsioni per la prova di matematica.

Le prove INVALSI continuano a essere al centro di un acceso scontro fra chi ne sostiene l’utilità e la bontà e chi, di contro, le boccia su tutta la linea. Il MIUR ha reso noto che lo sciopero indetto dai COBAS è di fatto fallito. La replica del sindacato non si è fatta attendere: «Malgrado quanto affermato dal MIUR in occasione della prima giornata di sciopero contro la scuola-quiz, migliaia di classi alle elementari non si sono prestate ai distruttivi indovinelli INVALSI». Il sindacato di base minaccia inoltre di ricorrere contro i «pesanti interventi di molti presidi e degli “invalsiani” su docenti e ATA e le illegali sostituzioni del personale in sciopero e “riorganizzazioni” del servizio», si legge in un comunicato stampa diffuso dai COBAS.

Di fallimento dello sciopero non vuole sentir parlare Piero Bernocchi, portavoce nazionale COBAS, secondo il quale la mobilitazione ha colpito nel segno, come dimostra l’attenzione mediatica ricevuta e le prime dichiarazioni del ministro Carrozza e del sottosegretario Rossi Doria. La titolare del MIUR ha invitato a ridimensionare i test di valutazione e si è detta d’accordo con la necessità di sentire le parti in causa per fare una riflessione, ha evidenziato Bernocchi.

Anche il Movimento 5 stelle, per bocca di Silvia Chimenti, è intervenuto nel dibattito sul sistema di valutazione varato daL ministro Profumo. «La standardizzazione avanzata della logica dei testi punta ad una istruzione come merce e scuola come azienda, logica che vogliamo contrastare». Secondo la Chimenti, si rischia di ridurre l’insegnamento a un allenamento in funzione dei quiz, e si mina la libertà di insegnamento garantita dalla Costituzione.
 

Commenta La Notizia!

Ci sono 1 commenti