Prova HTC Flyer: video tablet Android

Pubblicità

La prima proposta tablet firmata HTC non raccoglie pieno consenso da parte degli addetti ai lavori e della stampa specializzata. Perplessità sull’adozione di Gingerbread, versione di Android non ottimizzata per le tavolette.

HTC Flyer con il pennino in dotazione
 

HTC Corporation ha mostrato alla platea del Mobile World Congress 2011 la sua prima proposta tablet. L’attesa degli addetti ai lavori e della stampa specializzata era alta. Il gruppo taiwanese è riuscito a guadagnare un crescente consenso grazie a una serie di smartphone basati su Android che hanno incontrato il gusto di esperti e consumatori. L’accoglienza riservata ad HTC Flyer, di contro, non sembra essere stata a senso unico.

Da una parte, gli hands-on disponibili in Rete non mancano di evidenziare i punti di forza della tavoletta firmata HTC. Il display touchscreen da 7 pollici e con risoluzione di 1024 x 600 pixel è all’altezza delle aspettative, al pari della qualità dei materiali impiegati, dell’esperienza di navigazione online e dell’interfaccia proprietaria HTC Sense. Dall’altra parte, però, emergono anche perplessità. A partire dall’adozione di Android Gingerbread. Si tratta, come è noto, della versione del sistema operativo mobile di Google indirizzata agli smartphone e, quindi, non ottimizzata per i tablet. Per le tavolette, infatti, c’è Honeycomb. Non è dato sapere se HTC Flyer impiegherà Gingerbread 2.3 o 2.4, ma resta il fatto che il tablet dell’azienda asiatica non gira su una piattaforma ideale.

Stando alle informazioni che trapelano sul web, HTC Flyer potrà essere aggiornato ad Android 3.0. Tuttavia, il tablet monta un processore single-core a 1,5 GHz di Qualcomm. Tutte le tavolette equipaggiate con Honeycomb, invece, impiegano una CPU dual-core basata sulla piattaforma Nvidia Tegra 2.

Non manca chi ha storto un po’ la bocca per l’impossibilità di imprimere comandi touch al pannello mentre si utilizza il pennino in dotazione. La confezione di vendita di HTC Flyer, infatti, include uno stilo che può essere usato per disegnare, dipingere, scrivere, ritoccare le foto, prendere appunti e persino effettuare snapshot delle pagine web.

Autore: Andrea Galassi

Commenta La Notizia!