HTML 5 standard nel 2014. E HTML 5.1 ai nastri di partenza

Nel quarto trimestre del 2012 il W3C dovrebbe annunciare la Candidate Recommendation di HTML 5. In parallelo, prenderanno avvio i lavori di sviluppo di HTML 5.1.

HTML 5 W3C Progetto Sviluppo Candidate Recommendation 2012 2014 HTML 5.1 2016
 

Il W3C ha proposto un nuovo piano inerente allo sviluppo del linguaggio di markup HTML 5. Secondo il programma elaborato dal World Wide Web Consortium, nel quarto trimestre del 2012, sarà annunciata la Candidate Recommendation di HTML 5. Entro la fine dell’anno, dunque, la comunità internazionale che lavora allo sviluppo e alla definizione degli standard web sfornerà le specifiche HTML 5 che di fatto assumeranno la veste di standard.

La Candidate Recommendation di HTML 5 includerà soltanto feature ed elementi stabili e implementati nei browser web in commercio. Qualsiasi elemento controverso o instabile sarà escluso da HTML 5 CR, al pari di ogni altro elemento destinato a generare e ad alimentare problemi di interoperabilità tra le implementazioni esistenti. Gli elementi che andranno a costituire la Candidate Recommendation di HTML 5, e quelli esclusi dalla stessa, saranno invece introdotti nel draft di HTML 5.1. Lo sviluppo di quest’ultimo procederà in parallelo alla definizione degli standard di HTML 5.

Il Word Wide Web Consortium si propone di rendere disponibile per il 2014 la Recommendation di HTML 5. Si tratterebbe di un risultato per certi versi inaspettato, dal momento che in precedenza si riteneva impossibile completare il processo prima del 2022. Quando, e se, nel 2014, arriveranno le specifiche standard di HTML 5, il W3C proseguirà nello sviluppo del linguaggio di markup seguendo le medesime tempistiche e modalità. Gli elementi instabili saranno riversati nel draft di HMTL 5.2, mentre quelli stabili finiranno nella Candidate Recommendation di HTML 5.1. E così via, sino a HTML 5.3, HTML 5.4 e oltre. Le specifiche di HTML 5.1, quindi, sono destinate a diventare standard nel 2016. Il piano annunciato da W3C non è ancora stato approvato da HTML Working Group. Il consorzio invita a discuterne anche in seno ai team Accessibility Task Force e WAI Protocols and Formats Working Group.

Lo scorso agosto, il Cascading Style Sheets (CSS) Working Group ha pubblicato gli aggiornamenti quattro working draft, inerenti a CSS Fonts Module Level 3, CSS Regions Module Level 3, Selectors Level 4 e CSS Fragmentation Module Level 3. Il primo working draft, spiega l’Ufficio Italiano W3C, si riferisce a un modulo CSS3 che descrive come si specificano le proprietà dei font e come avviene il caricamento dinamico delle relative risorse. Il modulo CSS Regions riguarda invece le istruzioni che consentono di far fluire i contenuti tra più aree. I selettori sono dei modelli che devono corrispondere a elementi in un albero, e costituiscono una delle tecnologie che è possibile utilizzare per selezionare dei nodi in documento XML. Il modulo CSS Fragmentation Level 3, infine, descrive il modello di frammentazione che suddivide il flusso tra varie pagine.