Primarie PD: ballottaggio. Iscrizioni e registrazioni voto tramite sito Renzi che fa mail bombing

Pubblicità

C’è tempo fino a domani per presentare una valida giustificazione e registrarsi all’albo degli elettori del centrosinistra. Pubblicità a tappeto per Renzi.

Primarie PD, registrazioni aperte
Lorenzo Tansini 

Come votare per il ballottaggio tra Renzi e Bersani per le primarie del PD? In fin dei conti, il sito più chiaro sulle modalità di svolgimento del ballottaggio e sui cambiamenti introdotti nel regolamento è proprio quello di Renzi. Perfino lo spazio web del Partito Democratico e quello dedicato alle Primarie non sono altrettanto completi. Si legge testualmente sul sito del sindaco di Firenze: "Chi non ha potuto registrarsi per il voto del primo turno potrà farne richiesta recandosi presso le sedi dei Coordinamenti Provinciali nei giorni 29 e 30 novembre 2012 oppure inviando un fax o una email ai Coordinamenti Provinciali entro le ore 20 di venerdì 30 novembre".

E soprattutto, "nel fare richiesta di registrazione l’elettore dovrà dichiarare di essersi trovato nell’impossibilità di registrarsi nei termini previsti, anche per motivi personali. Entro sabato 1 dicembre l’elettore dovrà essere informato rispetto all’esito della sua richiesta e al seggio in cui poter eventualmente votare". Una chiarezza quasi imbarazzante rispetto a quanto comunicato attraverso il portale ufficiale delle Primarie "Italia. Bene comune". Nonostante il risultato sfavorevole del primo turno, Renzi vuole vincere e gioca tutte le carte a disposizione.

Perfino il cosiddetto mail bombing ovvero un utilizzo intensivo della posta elettronica per invitare la gente a registrarsi al sito e votare al ballottaggio. Il sindaco di Firenze ha acquistato una pagina a pagamento sul Corriere della Sera e La Stampa con l’indicazione del sito DomenicaVoto attraverso cui semplificare le procedure di iscrizione all’albo degli elettori di centrosinistra. Tuttavia, è bene precisare come l’approvazione sia sottoposta al vaglio dei Coordinamenti Provinciali, chiamati a pronunciarsi con voto unanime.

Ma Renzi non ci sta e tuona a Repubblica TV: "Fare il mail bombing significa utilizzare uno strumento della Rete e se vanno a votare più persone di domenica non mi sembra un male”. E ancora, "vi immaginate Margherita Hack che va a portare la giustificazione a Stumpo? Siamo alla barzelletta". Ma per Luigi Berlinguer, presidente del comitato dei garanti delle Primarie, si tratta di "disinformazione e inquinamento", anche perché, secondo l'articolo 7 del codice di comportamento dei candidati, viene vietata la pubblicità a pagamento.
 

Commenta La Notizia!

Ci sono 3 commenti
Anonimo
Bersani e assurdo pensare di imporre regole perchè si pensa di essere già sconfitti ,siete mummie dovete essere rottamati , siete la causa dei mali del nostro paese . Avanti con i giovani per un cambiamento drastico.

Anonimo
Come è possibile che si pongano ancora restrizioni per la partecipazione al voto? La sola motivazione è che chi pone restrizioni non vuole accettare la sfida impedendo un possibile cambiamento, vecchio retaggio delle vecchie chiese partitiche.