Corso per sviluppare applicazioni cellulari Android e iPhone: Master all'Università di Pisa

Un Master in Sviluppo di Applicazioni Mobili. Il corso è proposto dalla Università di Pisa ed è organizzato dal Dipartimento di Informatica dell’ateneo toscano. Le iscrizioni sono aperte fino al 21 ottobre.

Master in Sviluppo di Applicazioni Mobili, Università di Pisa
 

Il Master si rivolge a giovani laureati e a professionisti che già operano nel settore ICT (Information and Communication Technology). Quattro le aree esplorate nell’ambito del Master in Sviluppo di Applicazioni Mobili: programmatica, infrastrutturale, tecnologica, sociale.

I corsi dell’area programmatica riguardano gli aspetti legati ai linguaggi, agli ambienti di sviluppo, ai toolkit e framework di sistema delle principali piattaforme mobili. Dettagli. Programmazione iOS: il linguaggio Objective C; l'ambiente XCode, basi di programmazione per iOS; i framework più comuni; deployment su iPhone e iPad. Programmazione Android: l'architettura di Android (Linux, Java, Dalvik); sviluppo con Eclipse e ADT; sviluppo di applicazioni in Java (SDK) e in C (NDK); librerie di sistema. Programmazione Windows Phone: C# e .NET mobile edition; Visual Studio e Windows Phone SDK, XNA e WPF; librerie di sistema.

I corsi dell’area infrastrutturale si concentrano sui rapporti fra le applicazioni su dispositivi mobili e l'ambiente in cui esse vengono usate, con particolare riferimento ai due segmenti delle applicazioni consumer e enterprise. Dettagli. Applicazioni enterprise: supporto lato server, integrazione con infrastrutture aziendali, casi di studio. Applicazioni consumer : sviluppo e marketing di "App" all'utente finale; canali distributivi e strategie di penetrazione del mercato; casi di studio. Sviluppo cross-platform: tecniche e strumenti per lo sviluppo multipiattaforma; tecniche di code generation e cross-compilation.

I corsi dell'area tecnologica si concentrano su aspetti specifici, indipendenti dalla particolare piattaforma, quali l'interpretazione dei dati forniti dai sensori hardware o l'elaborazione di segnali. Dettagli. Sensoristica: aspetti teorici e pratici dell'uso dei sensori in dotazione comune agli smartphone e tablet sul mercato (bussole, accelerometri, sensori di orientamento, illuminazione, prossimità, temperatura, pressione); cenni di elaborazione di segnali (smoothing, calibrazione). Multimedia: aspetti teorici e pratici dell'uso di fotocamere, telecamere e microfoni integrati nei dispositivi mobili; cenni di elaborazione di immagini e audio. Networking: principali caratteristiche delle reti dati (Wi-Fi-fi, tecnologie cellulari, Bluetooth, NFC) e fonia (GPRS, SMS, MMS). Geolocalizzazione: applicazioni di geolocalizzazione e georeferenziazione; uso dei dispositivi di localizzazione (GPS, GPS-A) e dei servizi web di mappatura (Google Maps e analoghi). Casi di studio di applicazioni di geolocalizzazione e georeferenziazione. Applicazioni per le pubbliche amministrazioni. Grafica 3D: OpenGL ES, applicazioni della grafica 3D su dispositivi mobili. Sviluppo web per dispositivi mobili: tecniche e strumenti per lo sviluppo di applicazioni web destinate a dispositivi mobili; realizzazione di siti web adattivi.

I corsi dell’area sociale si concentrano sugli aspetti più "umani" dello sviluppo di applicazioni, sia dal punto di vista realizzativo, che da quello commerciale. Progettazione di interfacce utente touch-based, interazione non-convenzionale tramite sensori. Design di applicazioni in mobilità: aspetti sociali e cognitivi del design di applicazioni; grafica e interazione. Imprenditorialità: avviare una start-up: aspetti giuridici, commerciali e organizzativi.

Per informazioni e iscrizioni: Master in Sviluppo di Applicazioni Mobili