Windows 8.1: prova, recensione, impressioni. Video come funziona. Conviene o meno scaricare

Giocano a favore di Windows 8.1 la gratuità per gli utenti di Windows 8, le Snap View per le app fianco a fianco, l’integrazione di Bing Search e i miglioramenti a SkyDrive.

Microsoft Windows 8.1 Recensione Prova Commenti Impressioni The Verge
 

Windows 8.1 è stato passato al setaccio da Tom Warren di The Verge. L’esperto ha pubblicato un’articolata recensione della nuova versione del sistema operativo sviluppato da Microsoft. E ha messo nero su bianco i punti di forza e di debolezza di Windows 8.1.

Microsoft ha reso disponibile Windows 8.1 in forma di aggiornamento gratuito per gli utenti di Windows 8. Questi ultimi, quindi, possono scaricare e installare il nuovo software senza alcun costo. Warren plaude a tale scelta.

Pollice all’insù anche per le capacità multitasking di Windows 8.1. In particolare, per la possibilità di visualizzare a schermo fino a quattro applicazioni in contemporanea. Una delle novità di maggior rilievo introdotte da Microsoft in Windows 8.1 consiste nell’integrazione di Bing Smart Search, secondo Warren. Perché è possibile effettuare un ricerca universale, vale a dire trovare risultati su PC, applicazioni e Web e visualizzarli in un’unica interfaccia.

Giudizio positivo anche per gli interventi di implementazione messi a punto su SkyDrive, il servizio di cloud computing progettato dal gruppo di Redmond. Si tratta di uno spazio di archiviazione online gratuito, integrato in Windows 8.1. Gli utenti, quindi, possono salvare in automatico documenti, fotografie e altri file in SkyDrive, e accedervi in qualunque momento e da qualsiasi dispositivo equipaggiato con Windows 8.1. E la sincronizzazione sembra funzionare al meglio.

La medesima logica è alla base dello sviluppo di Internet Explorer 11, evidenzia Warren. Il browser web non è soltanto più veloce e intuitivo delle precedenti versioni, ma permette anche di sincronizzare le tab su molteplici macchine che girano su Windows 8.1.

Microsoft non sembra invece aver risolto uno dei punti deboli di Windows 8. Anche in Windows 8.1, infatti, lavorare o divertirsi tramite mouse e tastiere tradizionali può risultare difficile. Il ritorno del pulsante Start non appare essere sufficiente per ovviare al disagio degli utenti, in specie per quanti provengono da Windows 7 e dalle precedenti generazioni del sistema operativo Microsoft. Anche perché il pulsante Start non riveste la medesima funzione che aveva sugli stessi.

La curva di apprendimento, dunque, è ancora bassa. Microsoft sembra esserne consapevole: al primo avvio di una macchina con Windows 8.1, l’utente visualizzerà una serie di suggerimenti per la navigazione tra le applicazioni, e potrà sempre fruire in seguito di una sezione Help + Tips.

L’esperto di The Verge, in ogni caso, promuove Windows 8.1, con un Verge Score pari a 8.8/10. Nel dettaglio: 8/10 per il design; 8/10 per le funzioni; 9/10 per le prestazioni; 9/10 per l’ecosistema.