Microsoft Build 2016: tutte le novità presentate e obiettivi, strategie future

La società di Redmond ha delineato le strategie che intende sviluppare nei prossimi mesi e ha rivelato le sorprese da mettere in conto.

Microsoft Build 2016: tutte le novità presentate
 

In corso proprio in queste ore il Build 2016, l'annuale appuntamento organizzato da Microsoft con i suoi sviluppatori per rivelare le anteprime delle novità e per definite strategie e prospettive future. La società di Redmond sfrutta questo palcoscenico non tanto per presentare nuovi prodotti ma per anticipare la prossime tendenze, come quelle che prevede per la prossima estate il rilascio del primo aggiornamento di Windows 10. Non solo, ma sono da mettere in conto passi in avanti anche con la modalità d'uso e le funzionalità del software di messaggistica istantanea Skype. Tra l'altro è prevista la sua integrazione nell'ambito dell'utilizzo di Cortana per impartire comandi vocali.

Sì, perché come spiegato da Satya Nadella, CEO di Microsoft, i bot saranno le nuove applicazioni del futuro. Con la nuova Skype Bot Platform, gli sviluppatori possono realizzare bot per più varie operazioni, sfruttando tutte le forme di comunicazione supportate dal client. Tuttavia i bot sono per ora disponibili solo negli Stati Uniti e in Australia, Canada, Regno Unito, Irlanda, India, Nuova Zelanda e Singapore. L'azienda di Redmond ha anche mostrato una demo di una nuova versione di Skype per il visore Hololens, grazie a cui effettuare videochiamate con amici e colleghi vedendoli sul display virtuale. E ha poi dato una prova di come sia facile sviluppare applicazioni con codice utilizzabile per iOS, Android e Windows con gli strumenti di Xamarin.

Come prevedibile, anche Windows Hello vedrà allargarsi il suo ambito di utilizzo ai programmi di navigazione e alle applicazione. In buona sostanza di va verso l'innalzamento del livello di sicurezza attraverso l'autenticazione con sensori biometrici come la scansione di un'impronta digitale o della retina dell'occhio. Senza dubbio l'integrazione nativa della shell Bash di Linux in Windows farà felice più di un utente. Sul fronte Xbox One, Phil Spencer, numero uno della relativa divisione, ha annunciato che la console da salotto potrà trasformarsi in un kit per sviluppatori a disposizione di tutti gli utenti.