iPad: commenti negativi, non solo positivi. Cosa manca? A chi conviene comprare il tablet Apple?

Magico e rivoluzionario per Steve Jobs. Ma iPad presenta diversi limiti. Assenti multitasking e fotocamera, nessun possibilità di espandere la memoria e nessun supporto a Flash Player.

 

iPad è stato presentato. Sul palcoscenico dello Yerba Buena Center for the Arts Theater di San Francisco, Steve Jobs ha definito il nuovo device magico e rivoluzionario.

Le reazioni più positive sembrano provenire dal mondo editoriale. Martin Niesenholtz, vicepresidente del New York Times, presente all’evento, si è detto entusiasta di far parte dei pionieri della prossima generazione del giornalismo digitale. Sulla stessa linea Thomas J. Wallace, direttore editoriale di Condé Nast, che si è dichiarato pronto ad affrontare la sfida lanciata dalla tavoletta di Apple.

Ma chi ha seguito i diversi live cast predisposti sul web, chi era a San Francisco e ha potuto vedere (e in alcuni casi provare) iPad dal vivo, chi ha iniziato sin da subito a chiedersi se il tablet di Apple sia davvero magico e rivoluzionario, non ha mancato di evidenziare i limiti del dispositivo.

Cosa manca ad iPad? Molto, anche a nostro giudizio. A partire dal multitasking, una lacuna che iPad condivide con iPhone. Manca una fotocamera frontale per le videoconferenze e per la cattura di video e di fotografie. Il limite massimo di memoria disponibile su iPad è di 64 GB e Apple non ha previsto possibilità di espansione tramite memory card. E anche l’adattatore USB e l’adattatore SD disponibili come accessori non potranno essere utilizzati per espandere la memoria. Altro grande assente è il supporto Flash Player.

Autore: Andrea Galassi

Ultimi articoli correlati:

Commenta La Notizia!