Italia-Programmi.net: novità e ultime notizie sulla truffa. Comunicato ufficiale Guardia di Finanza

Il GAT, Nucleo Speciale Frodi Telematiche della Guardia di Finanza, invita i cittadini caduti nella trappola di Estesa Limited a non pagare, e a segnalare la vicenda alla Procura di Roma.

GAT Nucleo Speciale Frodi Telematiche Guardia di Finanza Italia-Programmi.net
 

I cittadini che ricevono lettere di sollecito di pagamento o di ingiunzione da parte di Estesa Limited devono ignorarle, senza procedere in alcun modo a inviare alla società proprietaria di Italia-Programmi.net le cifre richieste. Piuttosto, i cittadini devono segnalare la vicenda alla Procura di Roma, che ha aperto un fascicolo sul caso. È l’invito che il GAT, il Nucleo Speciale Frodi Telematiche della Guardia di Finanza, rivolge alle migliaia di utenti di Internet italiani che sono incappati nella truffa messa a segno attraverso il sito web Italia-Programmi.net.

Estesa Limited è già stata sanzionata da AGCM (Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato) e le attività della stessa sono oggetto dell’attenzione anche all’estero. Le attività di indagine, infatti, hanno innescato una serie di collaborazioni con le autorità giudiziarie e le forze di polizia di Austria, Germania, Grecia, Cipro, Seychelles e Stati Uniti, informa un lancio di Ansa.

Le indagini della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma sono dirette dal Procuratore Aggiunto Nello Rossi, coordinate dal Pubblico Ministero Nicola Maiorano, e affidate al GAT. Oltre 500, sinora, le denunce pervenute in Procura. Estesa Limited è, a quanto pare, solo la punta dell’icerberg. Si parla, infatti, di un intreccio di società. Il denaro inviato dagli utenti di Italia-Programmi.net è finito in un conto corrente cipriota. Un ruolo di primo piano nella vicenda spetterebbe a Sandor Dezso Fekete, un 65enne ungherese, probabilmente il regista della truffa.

Italia-Programmi.net, si ricorda, è un sito web che propone software gratuiti. Per procedere al download, agli utenti viene richiesto di compilare un modulo online. Riempire il form significa sottoscrivere in realtà un abbonamento per il servizio, al costo di 96 euro annui. Estesa Limited non ha indicato con chiarezza e con la dovuta evidenza tale informazione, e numerosi sono gli utenti di Internet che, ignari delle conseguenze, hanno compilato la scheda. Ora tali informazioni sono state aggiunte, ma compaiono, a quanto pare, solo nelle ore diurne, durante i quali le autorità possono effettuare controlli, riferisce Ansa. In altri momenti della giornata, invece, Italia-Programmi.net continua a non informare gli utenti, che rischiano quindi di cadere nella trappola.