Italia Programmi: truffa online. Come funziona e cosa fare per non pagare

Gli utenti devono sempre tenere alta l'attenzione contro ogni tentativo di truffa, per evitare spese non controllate. Per chi ne rimane vittima c'è la possibilità di rivolgersi alle associazioni dei consumatori.

Attenzione alle truffe online di Italia Programmi
 

Non finiscono mai i rischi per gli utenti della Rete, che devono fare sempre attenzione e avere software e antivirus aggiornati per garantirsi quella difesa base necessaria contro i tentativi di truffa o contro il malware.

L'ultima in ordine di tempo si chiama Italia Programmi (già conosciuta in precedenza come Easy Download) e gli utenti coinvolti sono già diverse migliaia. La vicenda andava avanti da tempo e l'Antitrust era già intervenuta per sanzionare la truffa che, di fatto, fa credere all'utente di poter scaricare software gratuitamente ma poi chiede il pagamento di un canone annuale di 96 euro.

In questa ultima occasione, gli autori della truffa hanno sfruttato la pagina riservata ai download gratuiti di Html.it per ingannare gli utenti, facendo loro credere di essere su un sito sicuro quando invece gli utenti stavano navigando sul sito appositamente costruito per truffarli. Ovviamente Html.it non ha nulla a che vedere con questa azione, che ne danneggia anche l'immagine approfittando della credibilità di cui il sito gode.

Se si è rimasti coinvolti nella truffa è possibile rivolgersi all'Aduc per ricevere informazioni sulla tutela legale. Per non rimanere vittima della truffa, se si finisce nelle pagine incriminate, è sufficiente non pagare l'abbonamento che Estesa Limited (autore della truffa) chiede, ignorando le minacce di azioni legali.