Diffamazione online: blog italiano accusato da multinazionale Boiron

Boiron, società francese specializzata in omeopatia, ha inviato al provider che ospita Blogzero.it una lettera di diffida.

Uno screenshot del post attraverso cui il blogger rende nota la lettera di diffida
 

L’azione muove in seguito alla pubblicazione di due post intitolati “Omeopatia: mito e leggenda”. Secondo Boiron, il contenuti dei due post è diffamatorio nei confronti dell’omeopatia e del gruppo francese.

«[…] dopo aver espresso opinioni inveritiere ed infondate sull’omeopatia, viene pubblicata la fotografia di due tubi dose del nostro medicinale “Oscillococcinum” con la seguente didascalia: “Il Nulla più totale che secondo la Boiron cura l’influenza … diluito 200K non contiene alcuna molecola di principio attivo!”», scrive Boiron nella lettera di diffida. E ancora, in riferimento al secondo post (seguito del primo): «[…] sotto la fotografia della confezione del nostro medicinale, viene riportata la seguente didascalia:”Nuoce gravemente all’intelligenza (di chi lo acquista)”».

Boiron ha chiesto quindi la rimozione immediata di tutti gli articoli incriminati, inclusa ogni fotografia del medicinale e ogni e qualsiasi altro riferimento ai prodotti e alla società francese. E ancora: «La diffidiamo, inoltre, da qualunque utilizzo non autorizzato nell’ambito del Vostro blog delle immagini dei prodotti e dei segni distintivi della nostra Società. La intimiamo infine di impedire ogni accesso a blogzero.it del detto Sig. Samuele autore degli articoli diffamatori suddetti».

Sulla questione è intervenuto anche Massimo Mantellini, che ricorda le accuse mosse in tutta Europa nei confronti dell’omeopatia e le inchieste uscite in Germania e in Inghilterra firmate dallo Spiegel e dal Guardian. Secondo Mantellini, «suona piuttosto strano che una grande multinazionale dell’omeopatia come Boiron decida di scrivere una lettera per chiedere di rimuovere alcuni post e inibire l’accesso al proprio blog (???) ad un ingegnere informatico autore di una serie di post nei quali, molto civilmente, “diffama l’omeopatia” scrivendo le medesime cose».

Autore: Andrea Galassi