Cloud computing 2015: le novità, i trend e le strategie

Le strategie da mettere in atto nei prossimi anni riguardo al cloud computing.

Cloud
 

Le previsioni riguardanti il cloud computing per il 2015 al momento sembrano ricche di aggiornamenti futuri, in grado di poter far pianificare diverse strategie a seconda dell'utilizzo voluto. Un punto molto importante da sottolineare, innanzitutto, è l'approccio del cloud computing all'IT, il quale permette ai privati e alle aziende di scegliere il modo in cui offrire i propri servizi, con un occhio di riguardo verso le licenze software e hardware tradizionali. Questo è quanto affermato da David Cearley, vice presidente di Gartner Fellow, che ha poi commentato, sostenendo che l'impatto potenziale del cloud su ogni aspetto IT sarà enorme.

Sono state poi messe in risalto alcune strategie di cloud computing che raggiungeranno un punto di svolta durante i prossimi tre anni: il primo vantaggio consisterebbe proprio nel poter spostare l'attenzione sulle risorse IT, in modo da riuscire a sostenere maggior business e anche un grado elevate di innovazione, anche se i risultati ci saranno solo dopo un'attenta analisi di alcune particolari sfide da affrontare, come quella sulla sicurezza, sulla trasparenza e sui problemi di prestazione.

Altro punto importante sarà quello di coordinare i servizi esterni di cloud computing, pubblici o privati, che potrebbe portare a un unico cloud composto da più livelli utilizzabili per nuove operazioni di business.

Un occhio di riguardo verrà dato anche a chi richiederà questa piattaforma, proponendo una sorta di intermediario tra i servizi cloud e l'azienda che ne vorrà far parte; questo aiuterà di certo le imprese nel posizionarsi al meglio all'interno della piattaforma, in modo da offrire i propri servizi sfruttando tutte le potenzialità offerte: sarà anche presente, quindi, un'organizzazione IT riguardante la consulenze e il sostegno alle aziende.