IMU seconda rata: calcolo, trovare aliquote Comuni, detrazioni prima, seconda casa, terreni, negozi

Pubblicità

Come calcolare il saldo IMU 2012? Dove trovare le aliquote deliberate dai Comuni? Quali sono le detrazioni previste? Come conoscere la rendita catastale?

IMU 2012 Seconda Rata Saldo Dicembre Calcolo Detrazioni Aliquote Immobili
Lorenzo Pascucci 

L’ Imposta Municipale Propria è dovuta su molteplici tipologie di immobili: prima casa e relative pertinenze, seconda casa, uffici e studi privati, terreni agricoli, terreni incolti e terreni con requisito di previdenza agricola, immobili commerciali e industriali, fabbricati generici, negozi e botteghe, aree fabbricabili, banche e assicurazioni, fabbricati rurali strumentali all’attività agricola. Devono pagare la seconda rata IMU 2012 i proprietari di immobili, i concessionari di aree demaniali, i locatari in caso di leasing, i titolari di diritti reali di usufrutto, abitazione, uso, enfiteusi e superficie.

Per calcolare l’importo della seconda rata IMU 2012 si deve seguire la seguente procedura: moltiplicare la rendita catastale dell’immobile rivalutata del 5% per il coefficiente di moltiplicazione, applicando l’aliquota di riferimento, e poi sottrarre le detrazioni forfettarie e la quota già versata nella prima rata IMU 2012. Una procedura che può rivelarsi complessa, ma che si semplifica attraverso l’utilizzo dello strumento online per il calcolo del saldo IMU 2012 confezionato da Webmasterpoint.

Per quanto riguarda le aliquote da applicare, quelle standard sono le seguenti: 0,4% per l’abitazione principale e le relative pertinenze (cantine, box, garage, posti auto, tettoie); 0,2% per i fabbricati rurali a uso strumentale; 0,76% per gli altri immobili. Nel caso in cui il Comune ove è ubicato l’immobile abbia deliberato sulle aliquote, si consiglia di puntare il browser web verso il sito web del Comune stesso. Nella maggior parte dei casi, le Amministrazioni comunali hanno predisposto pagine online utili per conoscere le aliquote da applicare per il calcolo della seconda rata IMU 2012. Si è già dato conto, per esempio, dei servizi web firmati dai Comuni di Milano, Roma e Napoli, di Torino, Firenze e Bologna, di Genova, Palermo e Bari. Presso il quotidiano telematico EdilTecnico è possibile reperire tutte le aliquote IMU 2012 dei Comuni italiani capoluogo di provincia.

Nel calcolo del saldo IMU 2012 si devono tenere in considerazione anche le detrazioni forfettarie e le eventuali detrazioni deliberate dalle singole Amministrazioni comunali per persone con disabilità, per gli anziani che vivono in regime di ricovero permanente, per nuclei familiari numerosi, per persone con redditi inferiori a una certa cifra. Anche queste informazioni possono essere reperite nella maggior parte dei casi presso i siti web dei Comuni d’Italia. Infine, per quanto concerne la rendita catastale, è possibile fare riferimento al servizio online di consultazione delle rendite catastali messo a disposizione dall’Agenzia del Territorio.
 

Commenta La Notizia!