IMU Milano, Roma, Bologna: calcolo online ma non su siti ufficiali. Solo guide

Pubblicità

A eccezione di poche lodevoli iniziative, le Amministrazioni comunali non sembrano sinora in grado di soddisfare le legittime richieste dei cittadini.

Calcolo IMU online Comuni Roma Milano Bologna Internet Guide Strumenti
Marcello Tansini 

Le Amministrazioni comunali stanno cercando di rispondere alle richieste e alle esigenze dei cittadini chiamati a calcolare la IMU 2012 e a versare il primo acconto della Imposta Municipale Unica. Roma, Milano, Bologna e la maggior parte dei Comuni più grandi d’Italia hanno predisposto guide che illustrano come calcolare la IMU. Guide disponibili per la consultazione online e per il download gratuito in formato PDF. Più difficile, per i contribuenti, trovare risorse veicolate attraverso Internet che consentano di eseguire il calcolo IMU 2012 online. Con la certezza di non sbagliare i calcoli.

Il Comune di Roma dovrebbe oggi rendere disponibile nelle pagine web del Dipartimento Risorse Economiche un programma di calcolo nel quale inserire i dati richiesti e ottenere in automatico il calcolo della IMU dovuta in acconto per il 2012, con ripartizione degli importi tra Roma Capitale e Stato. Su Iperbole, la rete civica di Bologna, i cittadini possono consultare una guida contenente le seguenti voci: aliquote, calcolo dell’imposta, come quando e dove pagare, pagare con F24, riduzioni ed esenzioni, dichiarazioni, rimborsi e ravvedimenti, verifiche ICI. Nel momento in cui si scrive, i servizi online dell’area tributaria non risultano attivi, né è dato sapere se il Comune di Bologna abbia predisposto uno strumento online per il calcolo IMU.

Anche il Comune di Milano ha pubblicato una guida online sulla IMU. L’Amministrazione comunale del capoluogo lombardo ha altresì reso disponibile un servizio online per il calcolo IMU. È necessario disporre della rendita catastale.

Nel complesso, e al netto di iniziative lodevoli quale quella predisposta dal Consorzio dei Comuni trentini, le Amministrazioni comunali sembrano muoversi in assenza di una strategia di informazione nazionale coordinata. Le guide online sono di sicura utilità, ma non appaiono in grado di soddisfare appieno le esigenze dei cittadini che vogliono calcolare la IMU attraverso Internet. Ciò è dovuto in parte anche alla mancanza di chiarezza sulle definizioni e sulle regole inerenti alla IMU. Spetta al Governo Monti e ad Agenzia delle Entrate indicare con precisione le modalità di calcolo dell’imposta. Spetta però ai Comuni sfruttare al meglio la Rete per rispondere alle richieste dei cittadini. E sono poche le Amministrazioni comunale che stanno dimostrando tale capacità.
 

Commenta La Notizia!