Auto Apple che si guida da sola: presto sulle strade? Novità, hud, batterie

Nuovi sviluppi del Progetto Titan: la Apple contatta una struttura per il test di vetture autonome ed assume sviluppatori di batterie hi-tech, mentre trapelano immagini di un futuristico hud sulla vettura autonoma.

Il giorno della Apple Car si avvicina
 

Non è più mistero che la Apple stia da tempo cercando di realizzare una vettura autonoma, in grado cioè di spostarsi senza un essere umano al volante. Certamente un progetto impegnativo, le cui difficoltà e tempistiche non scoraggiano la grande Mela, come si evince dai nuovi rumour che la vogliono in contatto con la GoMentum Station. Quest'ultima è una ex base navale che contiene circa 20 miglia di autostrade e strade asfaltate in una struttura scrupolosamente protetta dai militari, pertanto costituisce l'ambiente ideale per effettuare test segreti di vetture di vario genere.

Alla luce di ciò i contatti avvenuti tra il suo management e l'ingegnere Frank Fearon della Apple, creano più di un lecito sospetto sullo scopo del rapporto, sebbene dalle email intercettate non vi sia alcun esplicito riferimento al Progetto Titan (come verrebbe definito in codice all'interno della Apple).

Non sottovalutiamo la comprensibile ossessione della Mela per la segretezza, che ha portato persino allo spostamento del personale dedicato al progetto in una struttura dedicata, al di fuori del suo campo in Sunnyvale, per garantirne la privacy. Senza dimenticare la causa intentata dalla A123 Systems, azienda sviluppatrice di batterie hi-tech, che ha trascinato la Apple in tribunale per aver illegalmente contattato e sottratto prezioso personale specializzato.

Elementi come questi, o le recenti immagini di hud a vista sul parabrezza, lasciano intendere oltre ogni lecito dubbio, quanto la Apple stia puntando su questo progetto, pur non esponendosi in alcun modo ufficialmente. Indubbiamente si tratta di obiettivo affascinante, futuristico; resta da vedere quanto i tempi siano maturi per una svolta tecnologica di tale entità. Quanto essa sia alla portata del gigante di Cupertino, nonostante le indiscutibili risorse umane, finanziarie e tecnologiche a disposizione.