Google Play nella barra homepage motore di ricerca in Italia. App Android, ma non film e musica

Google Play Ŕ disponibile da poche ore anche nella homepage di Google, ma per gli italiani ci sono solamente le applicazioni Android.

google play
 

Google Play è arrivato qualche settimana fa per tutti gli utenti Android per sostituire il precedente Android Market, ma aggiunge qualche servizio in più (anche se, per il momento, in Italia non è ancora disponibile in modo completo). Google Play è infatti una sorta di megastore in cui gli utenti possono trovare i contenuti che più ritengono interessanti, siano essi gratuiti, a pagamento o disponibili con prezzi scontati. Contenuti disponibili in tutte le forme possibili: su Google Play sono disponibili quasi mezzo milione di applicazioni (e giochi), milioni di canzoni a pagamento e circa 20.000 brani gratuiti, un grandissimo numero di libri e migliaia di film (compresi titoli in HD).

Google ha deciso così di aggregare in un solo luogo servizi che fino a oggi sono stati gestiti separatamente: Android Market, Google Music e Google eBookstore. Il problema per gli utenti italiani è che questi ultimi due servizi non sono disponibili nel nostro paese, per problemi legati alla gestione delle licenze. Non è chiaro quanto dovremo aspettare per potere sfruttare appieno questa evoluzione.

La strategia di Google punta alla convergenza, alla facilità di utilizzo e all'integrazione con i servizi cloud per archiviare e rendere sempre disponibili (da qualsiasi dispositivo) i contenuti acquistati o noleggiati su Google Play. L'acquisto di film (per ora si possono solo noleggiare) dovrebbe arrivare entro l'estate 2012, secondo le indiscrezioni di Cnet. Nei prossimi mesi, il servizio di vendita di ebook dell'azienda di Mountain View potrebbe fare il suo debutto in Francia, con la speranza che il resto dell'Europa segua in tempi molto brevi.

Da poche ore Google Play è anche accessibile direttamente dalla home page del motore di ricerca, in modalità beta. Anche in questo caso, però, gli utenti italiani si dovranno accontentare solamente delle applicazioni per i dispositivi Android. Musica, libri e film non sono ancora disponibili nemmeno sul web. Google dovrà lavorare in fretta sui problemi burocratici che impediscono la diffusione del servizio oltre gli Stati Uniti se vuole rimanere fortemente competitiva con ciò che offre Apple tramite il suo Store online in tutti i paesi del mondo.

Commenta La Notizia!