Gmail login: come fare

Pubblicità

La società di Mountain View sta cercando nuovi sistemi per permettere l’accesso al servizio di posta elettronica in totale sicurezza e senza problemi di privacy. Fra le soluzioni allo studio c’è il codice QR.

Nuove soluzioni per il login a Gmail
Fabio Lepre 

Consultare la posta elettronica su Gmail da postazioni pubbliche in tutta sicurezza. Al progetto stanno intensamente lavorando i laboratori di Mountain View di Google. L’idea è semplice: sostituire l’inserimento di username e password (dati sensibili e costantemente nel mirino dei malintenzionati) con il codice QR. In buona sostanza basterebbe la scansione del riquadro a barre per gestire le operazioni di mailing senza digitare le proprie credenziali. A quanto pare la funzione sarebbe compatibile con gli smartphone Android, con i vari modelli dell’iPhone e con i cellulari equipaggiati con sistema operativo Windows Phone.

Le parole di Dirk Balfanz del team Google Security non lasciano spazi a dubbi: “Siamo sempre al lavoro per migliorare il processo di autenticazione, sperimentando continuamente metodi diversi. Al momento stiamo sviluppando qualcosa di ancora meglio rispetto a quanto discusso, ne saprete di più non appena saremo pronti a un test pubblico”. La soluzione del QR code, per quanto permetterebbe di aggirare eventuali keylogger o software capaci di identificare i tasti premuti, va ancora considerata un esperimento e non immune a ulteriori rischi come la sua sostituzione con un altro codice che indirizzerebbe verso siti malevoli.

Gmail continua a essere uno dei servizi di posta elettronica più utilizzati. Le tante funzionalità offerte ne fanno uno dei più ricercati. Oltre alla consultazione dell’account, è infatti possibile convogliare i messaggi ricevuti su altre caselle. La configurazione di Multiple Inboxes è immediata: è sufficiente inserire gli altri indirizzi di posta e i dati di accesso ovvero username e password. Il ventaglio di possibilità offerte da Gmail si estende anche all’apertura gratuita di un blog personale o alla creazione di un account sulla piattaforma di condivisione video YouTube. E in attesa che venga attivato il metodo del codice QR, esistono soluzioni alternative per consultare le mail in sicurezza e con maggiore privacy.

Mountain View mette a disposizione una modalità per accedere da PC pubblici o da reti Wi-Fi aperte senza lasciare informazioni personali. Non solo, ma ci sono versioni di Gmail alternative a quella tradizionale (nel caso di mancato funzionamento); più leggere anche se prive di alcune funzionalità; pensate per la telefonia mobile; congeniale per l’iPhone; e perfino senza collegarsi alla Rete.
 

Commenta La Notizia!