Forte crescita degli smartphone in Italia: sono 15 milioni, ma quanti li sfruttano appieno?

Pubblicità

Crescono le vendite di smartphone in Europa, Italia compresa. Ma gli utenti non sembrano sfruttare al meglio le potenzialità dei dispositivi.

Redazione 

A fine gennaio 2010, l’Italia contava 15 milioni di utilizzatori di smartphone, classificandosi davanti a Regno Unito (11,1 milioni di utenti), Spagna (9,9 milioni), Germania (8,4 milioni) e Francia (7,1 milioni). È quanto evidenziato da uno studio di comScore.

Secondo la ricerca, la più forte crescita in termini di adozione si è verificata in Gran Bretagna, con un rialzo del 70% in un anno. Significativi gli incrementi registrati anche in Francia (+48%), in Germania (+34%) e in Spagna (+27%). A fronte di 15 milioni di utenti di smartphone, in Italia, invece, la crescita si è attestata all’11%. A trainare le vendite sono stati soprattutto i modelli di fascia media, che, a fronte di costi più contenuti, offrono ora funzioni che prima si potevano trovare solo a bordo dei top di gamma. È la stessa analisi di comScore a sottolineare che ora gli smartphone sono proposti in generale a prezzi più accessibili.

Per quanto riguarda i sistemi operativi, in Italia il 75,5% dei terminali mobili venduti nel primo trimestre del 2010 sono equipaggiati con Symbian. In seconda posizione troviamo Windows Mobile, con una quota dell’11,4, mentre al terzo posto c’è iPhone OS, con il 7,7% di market share. BlackBerry occupa una quota del 4,7%, mentre Android si ferma allo 0,4%.

Il 79,5% degli italiani, si legge nello studio di comScore, utilizza i dispositivi per inviare e ricevere SMS, il 37% usa applicazioni e giochi, il 20,4% sfrutta gli smartphone per l’ascolto della musica, il 20,7% per la navigazione in Internet. L’11,7% degli utenti accede alle piattaforme di social networking e ai blog, e il 10,4% utilizza gli smartphone per leggere news e tenersi informato.

Autore: Andrea Galassi

Ultimi articoli correlati:

Commenta La Notizia!