Tfa Speciale (PAS): corsi online su Internet in università telematiche. In quali e quando inizio. Novità Miur molto interessante

Il Tfa Speciale (PAS) si potrò frequentare anche attraverso i corsi online predisposti da alcune università su Internet. E' quanto trapela dal Miur. Una oppurtunità davvero molto interessante

tfa speciale università miur
 

Mentre viene ancora confermata l’indisponibilità di molte università ad attivare i corsi per i nuovi Tfa Speciali per infanzia e primaria, il Miur tempo fa stava valutando l’offerta formativa di alcune università private o telematiche, ed ora la conferma. Le Università online saranno coinvolte nello svolgimento dei corsi e la prima ad avviare i corsi sarà partire sarà la eCampus: si parte la fine del mese di febbraio, in modo da completarli per luglio 2014.

Saranno quattro , anche se non ancora ufficiali, le sedi dell’università telematica eCampus che avvieranno i Tfa Speciali online,  e sono quelle di Lombardia, Lazio, Sicilia, Puglia. Secondo quanto previsto, però, da decreto ministeriale (dm n. 45 del 22 novembre 2013), il 33% delle attività dovrà essere svolto anche in sede, mentre il resto sarà impartito in modalità e-learning. Interessate ad attivare i Pas anche altre strutture telematiche come la ‘Niccolò Cusano’, la ‘Pegaso, e la ‘Giustino Fortunato’, e la telamatica internazionale Uninettuno sta ancora valutando il coinvolgimento in supporto a un’università tradizionale.  

Rimangono i requisiti richiesti: il servizio relativo all'a.s. 2012/13 deve essere considerato in ogni caso utile ai fini della maturazione dei requisiti per l'accesso ai Pas; devono essere esperite tutte modalità organizzative affinché sia garantita la possibilità di frequenza dei corsi per i docenti in servizio; e devono essere valorizzati i crediti eventualmente acquisiti in percorsi ordinari.

Inoltre, sulle 150 ore per il diritto allo studio , è stato assicurato che tale diritto verrà esteso a tutti i partecipanti, svincolandoli dal rispetto del previsto 3% , giacchè è interesse dell'Amministrazione professionalizzare i partecipanti. Ma molti candidati che si apprestano alla frequenza del Pas non sono stati inclusi nelle graduatorie dei fruitori dei permessi per il diritto allo studio nell’anno solare 2014 o perchè il corso non era concretamente avviato, o causa delle numerose richieste. Saranno, inoltre, garantite le soluzioni per consentire agli aspiranti la frequenza dei Pas nelle proprie Regioni.