Elezioni 2013 Lombardia: sondaggi aggiornati su Ambrosoli, Maroni, Albertini vietati ma sono online

A grandi passi verso la chiamata al voto dei cittadini lombardi per la scelta dei consiglieri regionali e del governatore. Chi la spunterÓ?

Elezioni 2013 Lombardia
 

Ultimi giorni di campagna elettorale per le elezioni regionali in Lombardia. In lizza ci sono Umberto Ambrosoli sostenuto da Centro Popolare Lombardo, Patto Civico - Ambrosoli Presidente, Etico a Sinistra, IDV, PD, PSI, SEL; Roberto Maroni appoggiato da Maroni Presidente, Lega Nord, PDL, Lista Lavoro e Libertà Tremonti 3L, Fratelli d’Italia - Centro Destra Nazionale, Pensionati, Alleanza Ecologica Lombardia Popolare; Gabriele Albertini, candidato di Movimento Lombardia Civica, Albertini Presidente, UDC; Silvana Carcano esponente del Movimento Cinque Stelle; Carlo Maria Pinardi di Fare per Fermare il declino. Tutti loro hanno da tempo pubblicato sul web sia il programma elettorale che l’elenco dei candidati per ciascuna lista. Con lo stop alla diffusione di nuovi sondaggi, occorre affidarsi a nuove forme di informazione sull'andamento della campagna elettorale.

Il sito NotaPolitica, utilizzando il solito linguaggio del mondo dell'ippica racconta del Grand Prix de le Pirellon ovvero della "corsa più appassionante dell'anno" che "finirà certamente al fotofinish e sarà un'incollatura a dividere Groom de Maron da Fan Ambrosol". Si legge in un post di aggiornamento: "All'ippodromo di Spinol ne sono certi e la corsa clandestina disputatasi ieri conferma questa tendenza. Sul miglio Fan Ambrosol è ancora il più veloce e chiude in 39,2" battendo in volata Groom de Maron, fermo a 38,9". I due cavalli battistrada corrono entrambi leggermente meglio dell'ultima corsa, dimostrando agli scommettitori che ormai la gara è a due e che tutto il resto è di contorno. Terzo si piazza Ipson de Albertin con 10 secondi netti e quarta arriva la cinque volte stellata Igor Carcan a 9.2".

Da parte sua, YouTrend si affida alle voci dal Conclave: le votazioni regionali in Lombardia. E allora, "le tabelle di Pallio Uccelli attribuiscono un lieve vantaggio al candidato del cardinale di Piacenza, di rito ambrosiano, che raggiunge i 39,6 cardinali (sì, anche i porporati hanno i decimali), superando così di slancio l’arcivescovo di Varese, il prelato di rito maronita, fermo a 38,6. Soffre, ad appena 12,3, l’ex vescovo di Milano di rito albertino, appoggiato dai cardinali più sobri, mentre la candidata che fa capo all’effervescente camerlengo pentastellato di Genova è data a 7,1 preferenze e il parigrado sostenuto dall’eccentrico ecclesiarca di Mirafiori è a un dignitoso 2,5".
 

Commenta La Notizia!