Elezioni 2013: eletti Movimento 5 Stelle Grillo. I nomi, chi sono e cosa fanno. Tutte le novità

Il Movimento 5 Stelle porterà in Parlamento 108 onorevoli e 54 senatori. Si tratta di volti sconosciuti alla massa e pescati dalla cosiddetta società civile.

Beppe Grillo
 

Alla base del Movimento 5 Stelle c’è Beppe Grillo. Il comico genovese è da anni e anni un volto noto in Italia. Prima ancora della fondazione della forza politica, ha guadagnato visibilità grazie alle sue previsioni sul crack finanziario di alcune importanti multinazionali. L’incontro con Gianroberto Casaleggio, considerato un vero e proprio guru nelle strategie di marketing e comunicazione, ha portato al rafforzamento dell’idea della creazione di un movimento politico. Punto di incontro e di confronto è da sempre il web, in particolare il blog di Beppe Grillo con la pubblicazione di post quotidiani commentati centinaia di volte.

L’avventura in politica sta passando di successo in successo. Prima l’elezione di alcune consiglieri, poi la conquista della città di Parma con Federico Pizzarotti e quindi le ottime performance alle varie elezioni regionali, fra cui quelle siciliane. Fino al boom di domenica e lunedì scorsi, preceduto dalle parlamentarie per la scelta dei candidati. Con 8.689.168 voti (25,55% delle preferenze totali) alla Camera dei Deputati, il Movimento 5 Stelle è il partito più votato d’Italia. A Montecitorio porterà 108 onorevoli. Altrettanto di successo la performance al Senato della Repubblica con 7.285.850 voti (23,79%) ovvero 54 seggi.

Numeri leggermente inferiori a causa della maggiore età richiesta per la partecipazione al voto: 25 anni. Chi sono gli esponenti del Movimento 5 Stelle? Si tratta di volti sconosciuti che, al massimo, hanno cercato visibilità in qualche precedente tornata elettorale a livello locale. Ecco quelli del Nord est (Veneto, Trentino Alto-Adige, Friuli-Venezia Giulia, Emilia-Romagna), del Nord ovest (Lombardia, Liguria e Piemonte), del Centro (Lazio, Marche, Toscana, Umbria), del Sud (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia), delle isole (Sardegna, Sicilia).

Beppe Grillo è chiaro: "Il M5S non si allea con nessuno come ha sempre dichiarato, lo dirò a Napolitano quando farà il solito giro di consultazioni. Il candidato presidente della Repubblica del M5S sarà deciso dagli iscritti al M5S attraverso un voto online". Il settimanale Oggi ha provato a dare un nome e un cognome ad alcuni degli eletti: Paola Carinelli, 32 anni, impiegata in una ditta di spedizioni internazionali; Paola Taverna, 43 anni, impiegata in un laboratorio medico; Laura Castelli, 26 anni, laurea breve in Economia aziendale; Roberta Lombardi, 39 anni, impegnata in arredamento d’interni; Giulia Sarti, 26 anni, da 3 mesi laureata in Giurisprudenza; Alessandro Di Battista, 34 anni, laureato in lettere e filosofia al Dams.
 

Commenta La Notizia!

Ci sono 1 commenti
Anonimo
Ho 49 anni e lavoro in fabbrica, ho iniziato a 14 anni, e sono stanca di lavorare! e una vita che 8 ore al giorno sono chiusa in fabbrica e mi rimane poco spazio per me, dopo tanti anni non ce la faccio propio piu, vorrei godermi un po i miei hobby leggere e fare tante cose, io spero che con tante donne in parlamento, dopo le cose piu urgenti da fare,pensate anche di fare una legge che le donne possano lavorare a part time, . Premetto che ho votato 5 stelle e spero veramente che sia la svolta decisiva per cambiare l'italia noi cittadini ce l'abbiamo messa tutta siamo riusciti a portarvi in parlamento adesso tocca a voi, tanti auguri e buon lavoro.