Comandi vocali nei palmari e smartphone per e-mail, sms e altre funzioni

Microsoft Voice Command, una applicazione che si propone come un vero e proprio assistente virtuale

 
Nel mondo di palmari e degli smartphone, oramai sempre più potenti e performanti, sta tornando l’esigenza di tool per il riconoscimento vocale sempre più avanzati. Tra questi non è possibile non citare Microsoft Voice Command, una applicazione che si propone come un vero e proprio assistente virtuale. Infatti, oltre alle classiche chiamate vocali, questo applicativo per Windows Mobile è in grado di ridurre all’essenziale l’interazione diretta tra utente e dispositivo mobile anche grazie, dalla versione 1.6, all’integrazione del supporto Bluetooth per consentire l’esecuzione di comandi tramite auricolari con microfono, tutelando anche la privacy.

Tra le sue caratteristiche possiamo citare l’utile annuncio del caller ID quando si riceve una chiamata, in modo che non è neanche necessario volgere lo sguardo verso il dispositivo per vedere chi ci sta chiamando: molto utile nel caso si è in macchina e si dispone di una auricolare Bluetooth. Molto utile, anche, la sintesi vocale, ovvero la possibilità di ascoltare oggetto e mittente di email ed il contenuto di SMS. Infine, è possibile usare i controlli vocali per ricercare un contatto e chiamarlo telefonicamente, per gestire il lettore multimediale, verificare gli appuntamenti della giornata ed avviare le principali applicazioni.

La Microsoft garantisce che da questa versione non è neanche necessario eseguire noiose fasi di training per il riconoscimento della propria voce. I requisiti minimi di sistema sono Windows Mobile 5.0, ActiveSync 4.0, Bluetooth, 7 MB di memoria libera e 8 mega per lo storage.

Peccato che al momento non esistano moduli vocali in italiano ma solo in inglese, francese e tedesco.

Qui potete seguire una demo in flash delle capacità di Microsoft Voice Command, mentre qui un video sul suo funzionamento.

Commenta La Notizia!