Android 4.0 o 5.0, Windows 8, iOS 5.1 o 6.0: la sfida Ŕ aperta. Ma nel 2016 Ŕ giÓ tutto deciso

A fine 2012 si conteranno oltre un miliardo di dispositivi intelligenti connessi alla Rete consegnati in tutto il mondo. Entro il 2016, cambieranno i rapporti di forza tra Windows, Android e iOS.

IDC 2016 Android Windows iOS Apple Google Microsoft Previsioni
 

Entro il 2016, Google Android supererà Microsoft Windows per diffusione. Il sistema operativo mobile del robottino verde andrà a occupare una quota di mercato pari al 31,1%, a fronte del 25,1% che sarà presidiato da Windows. Apple iOS si attesterà su un market share del 17,3%. La previsione è firmata IDC (International Data Corporation).

Gli attuali rapporti di forza sono dunque destinati a mutare nel profondo. Al momento, è Microsoft a dominare con Windows su sistemi x86, con una quota di mercato del 35,9%. Segue Google, con Android su macchine ARM-based, con uno share del 29,4%. In terza posizione c’è Apple, con iOS, che a oggi detiene una quota di mercato di 14,6 punti percentuali.

La crescita di Android è dovuta soprattutto alla diffusione sempre più massiccia di dispositivi di fascia economica, siano questi smartphone, cellulari o tablet, ha spiegato Tom Mainelli, direttore ricerche Mobile Connected Devices presso IDC. Dozzine di vendor hardware concorreranno per accaparrarsi una fetta del mercato Android. Sebbene tale corsa possa condurre ciascuno alla conquista di uno specifico spazio di manovra, molti dei competitor che puntano su Android incontreranno difficoltà in termini di profitti, ha aggiunto Mainelli. IDC prevede inoltre che una larga parte degli sviluppatori di applicazioni continuerà a guardare ad Apple iOS e all’ecosistema messo a punto dall’azienda di Cupertino. Perché è provato che gli utenti finali di dispositivi iOS, ovvero di iPhone, iPad e iPod touch, mostrano una maggiore propensione a pagare per app di elevata qualità.

IDC sostiene inoltre che a spingere ancora più verso l’alto il numero di vendite degli smartphone saranno i mercati dell’Asia-Pacifico, e in particolar modo la Cina, dove gli operatori di telefonia mobile stanno sovvenzionando l’acquisto di cellulari intelligenti in grado di agganciare le reti 3G. Gli smartphone costituiranno altresì il dispositivo principale per la connessione a Internet, ha detto Will Stofega, direttore di programma della divisione Mobile Phone Technologies and Trends di IDC. Nei Paesi in cui, di contro, i carrier non offrono sovvenzioni (leggasi offerte) per l’acquisto di dispositivi mobili, i volumi di vendita risulteranno influenzati dal livello di aggressività delle politiche di prezzo dei vendor.

IDC è una delle società di ricerca e di analisti di mercato più importanti e più quotate in tutto il mondo. Tuttavia, si evidenzia che la previsione di cui sopra non sembra tenere in considerazione l’approdo di Windows su dispositivi ARM-based, con Windows 8. E, più in generale, non appare esservi particolare attenzione per la direttrice della convergenza desktop-mobile che i principali player di mercato stanno percorrendo. Forse le variabili in campo sono di più, e le prospettive di mercato aperte a scenari ancora poco prevedibili.
 

Commenta La Notizia!