730 2014 online editabile modello su Internet. Come fare, istruzioni compilazione.Detrazioni minori,rimborsi con tempi più lunghi

Più tempo per i rimborsi e meno detrazioni in modello 730 2014: date di scadenza presentazione e come fare in via telematica

Tempi e compilazione modello 730 2014
 

Si avvicina la scadenza per la presentazione del modello 730 2014 per la dichiarazione dei redditi. Dovranno presentarlo pensionati, lavoratori dipendenti, parlamentari, lavoratori socialmente utili, soci di cooperative che trattano servizi, agricoltura e trasformazione dei prodotti della terra o della piccola pesca. Il modello 730 deve essere inoltre presentato da tutti i cittadini che percepiscono indennità sostitutive da redditi di lavoro dipendente e giudici costituzionali.

Il modello 730 si può scaricare, in versione tradizionale o editabile, online sul sito dell'Agenzia delle Entrate. E una volta scaricato si può procedere alla sua compilazione. Per accedere al download del modello 730, entrati nel sito dell'Agenzia delle Entrate, bisogna scegliere ‘Cosa devi fare’, ‘Dichiarazioni dei redditi delle Persone Fisiche’, ‘730 2014’, ‘Modello 730 editabile’.  

A questo punto, scaricate le versioni che si scelgono, bisogna procedere alla compilazione, il software darà errore nel momento in cui qualcosa risulta sbagliato, e terminata in maniera corretta la compilazione del 730, si potrà inviare direttamente in via telematica.

Il modello 730 2014 deve essere presentato entro il 30 aprile 2014 al proprio datore di lavoro o ente pensionistico o entro il 31 maggio 2014 presso un qualsiasi centro Caf. I documenti necessari per la presentazione del modello 730 2014, sono il Cud, come detto, rilasciato dal datore di lavoro o dall'ente pensionistico e le altre certificazioni di ritenute, le certificazioni fiscali delle spese sostenute nel 2013 che possano essere deducibili o detraibili e i documenti che attestino il saldo degli acconti d’imposta operato dal contribuente in via autonoma.
Per la corretta compilazione del modello 730 sarebbe bene seguire le istruzioni fornite dalle Entrate, passaggio per passaggio, o sarebbe bene anche rivolgersi al proprio commercialista o a un Caf che vi aiuterà nella compilazione corretta.

Da quest’anno l’Agenzia delle Entrate, entro il mese di dicembre, può effettuare controlli sulla spettanza delle detrazioni per carichi di famiglia nei casi di rimborso superiore di 4.000 euro. Ma in questi casi i contribuenti non riceveranno il rimborso in busta paga o sulla pensione entro l’estate, perchè sarà l’Agenzia a erogare le somme, sicuramente in tempi molto più lunghi ed eventualmente dopo aver richiesto la documentazione al contribuente.


Brutte notizie anche per le detrazioni per le assicurazioni. Per esempio, per i premi di assicurazione sulla vita e contro gli infortuni, l’importo complessivo su cui calcolare la detrazione del 19% scende dai 1.291 euro, previsti fino all’anno scorso, a 630 euro.

Buone notizie invece per le famiglie: aumentano, infatti, le detrazioni previste per i figli a carico, che passano da 800 a 950 euro per ciascun figlio a carico di età pari o superiore a tre anni e da 900 a 1.220 euro per ciascun figlio minore di tre anni. Inoltre, è elevato da 220 a 400 euro l’importo aggiuntivo della detrazione per ogni figlio con disabilità.

Arrivano poi tra gli oneri detraibili le erogazioni in denaro a favore del Fondo per l’ammortamento dei titoli di Stato, grazie al quale i cittadini dotati di grandissimo senso civico che nel 2013 hanno donato soldi per abbattere il debito pubblico potranno ora beneficiare di una detrazione del 19%; e le erogazioni in denaro alle Onlus e ai movimenti e partiti politici: la detrazione in questi casi aumenta dal 19 al 24%.

 

Commenta La Notizia!

Ci sono 2 commenti
Attilio
Siamo sicuri? Io, sul sito dell'Agenzia delle Entrate, non ho trovato nulla di tutto questo :(
Arrtilio Serrao