Redazione
a- a+

Il colloquio di selezione

Il Colloquio di Selezione

Se un'azienda rimane positivamente impressionata dal nostro curriculum e ci reputa adatti a coprire una determinata posizione, vorrà  incontrarci di persona. L'obiettivo di un colloquio di selezione è quello di avere un contatto personale con il candidato, testare le sue reali  attitudini, verificare la personalità e la compatibilità con l'ambiente aziendale.

I candidati selezionati non sono numerosissimi e ad ognuno di loro è concesso un tempo determinato: il tempo non è molto (un colloquio  personale dura circa un'ora) ed è dunque importante prepararsi al meglio  per sfruttarlo al massimo. 

Preparazione 

Per prepararsi correttamente ad un colloquio di selezione è bene avere le  idee chiare e indagare su alcuni aspetti. È importante essere consapevoli  dei propri punti forti e di cosa possiamo offrire in più rispetto ad altri  candidati; quali sono le nostre motivazioni, gli stimoli e gli obiettivi  che ci spingono nella ricerca di tale posizione di lavoro, quali le  conoscenze riguardo l'azienda e il settore in cui opera. 

Generalmente i colloqui si articolano in varie fasi: in un primo momento, prendendo spunto da curriculum e lettera di motivazione il selezionatore cerca di approfondire il tipo di conoscenze ed esperienze maturate. Il selezionatore cerca di mettere a proprio agio il candidato chiedendogli di  parlare di se stesso. Può capitare durante questa fase di esame di imbattersi anche in alcune nostre carenze, in tale eventualità è importante saper riconoscere i propri limiti e difetti, senza cercare  giustificazioni, ma ponendoli in un'ottica di consapevolezza, e dunque di  crescita e perfezionamento. 

Nella seconda parte del colloquio il selezionatore chiede quali  informazioni si abbiano sull'azienda e quale sia l'immagine personale che si ha di questa.

Bisogna dimostrare interesse e competenza, fornire un corretto quadro generale e chiedere ulteriori informazioni e  delucidazioni. Se non si possiedono tali conoscenze a priori ci si può  informare tramite articoli sull'azienda, siti ufficiali su Internet,  colloqui con conoscenti che lavorano nel settore. Questa fase serve al selezionatore per testare altre qualità del candidato: interesse, motivazione, capacità relazionali e di sintesi.

Se non si è preparati su tali punti può essere utile preparare alcune  delle domande tipiche che ricorrono durante i colloqui.     

 



Ti potrebbe interessare anche

commenta la notizia

C'è 1 commento
Pier Paolo
Condividi le tue opinioni su questo articolo!