Redazione
a- a+

Chi è il CIO responsabile informatico aziendale oggi? Quali sono le qualità e competenze che deve avere?

Quali sono le qualità e le competenze che un responsabile informatico aziendale deve possedere?

L’importanza di una corretta ed efficace comunicazione, la capacità di costruire una forte relazione con i dipendenti, ma anche con i colleghi del business e i partner esterni, la forza di stimolare gli altri per renderli partecipi del progetto: sono queste la capacità di leadership che un CIO e la qualità delle persone che compongono il suo team dovrebbero avere per una buona direzione IT aziendale.

Un libro, 'The CIO Edge: Seven Leadership Skills You Need to Drive Results', racchiude le conclusioni di tre anni di studio sulla figura del responsabile IT.
Secondo i tre autori del libro, infatti, sono essenzialmente sette le qualità che un Cio di successo dovrebbe possedere, a partire dalla consapevolezza che gli ottimi risultati sono raggiungibili attraverso le persone, dalle persone e con le persone.

Al secondo posto come dote fondamentale è possedere una capacità creativa che sia in grado di saper raccogliere e convogliare in un'unica opera tutti i propri dipendenti. Anche il verbo ‘comandare’ più che imposizione figura come collaborazione.

Al terzo posto delle qualità più importanti che un Cio dovrebbe avere vi è, secondo gli autori del libro, il fatto che più si mostrano vulnerabili e più acquistano influenza e controllo, perché questa vulnerabilità permette loro di instaurare rapporti più profondi e personali, che si traducono in una maggiore possibilità di ispirare le persone all’interno o all’esterno dell’organizzazione. E, si arriva di conseguenza al quarto punto, vale a dire alla capacità di costruire la giusta relazione per ottenere il risultato più appropriato. I Cio più bravi risultano coloro che spendono una buona percentuale del loro tempo e della loro energia a gestire relazioni con gli uomini del business, con i fornitori e con i clienti, investendo molto nelle relazioni umani.

Importante, dunque, al quinto punto, la capacità di una comunicazione che risulti sempre efficace, chiara e diretta, capace (sesto punto) anche di imprimere a colleghi e dipendenti un forte stimolo al lavoro e al perseguimento degli obiettivi prefissati.

Infine, last but not the least, il Cio di successo dovrebbe essere abile a lavorare sulle persone e con le persone, valorizzando le qualità di quest’ultime, stimolandoli a raggiungere gli obiettivi e conseguire i risultati desiderati. Emerge alla fine la figura di un leader che, più che impegnato nella gestione tecnica di una data azienda o impresa, sappia comprendere e stimolare umanamente collaboratori e team.

 



Ti potrebbe interessare anche

commenta la notizia

C'è 1 commento
Lorenzo
Hai qualche domanda da fare?