Lorenzo Pascucci
a- a+

La pagina go.asp. Vediamo come funziona

Ad enorme richiesta un tutorials sul funzionamento della pagina go.asp di WebmasterPoint, per chi non ci ha fatto caso è quella pagina che viene chiamata da circa il 95% dei link presenti sul sito.

Per "differenziare" le pagine linkate, ogni link presente la pagina pagina go.asp seguita da un ID, in questo modo:

go.asp?id=xx

dove a xx sostituisco il numero ID che identifica la pagina, così:

go.asp?id=77

Questo ID, il numero 77, per esempio porta alla homepage del forum.

Ma la pagina asp go.asp come fa a capire che all'id xx corrisponde una determinata pagina presente sul sito?

La soluzione è semplice, dietro a tale pagina c'è un database Access che nella sua forma più semplice contiene due campi (colonne):

ID e URL

Quindi ad ogni ID, che è unico nel database, corrisponde un' url di una pagina web.

Vediamo il procedimento:

  1. Clicco su http://forum.webmasterpoint.net 

  2. La pagina go.asp si connette al database MS Access

  3. All'interno del database viene ricercato l'id 77

  4. Trovato l'id, viene presa l'url della pagina e memorizzata

  5. Viene effettuato il redirect alla pagina

Questo è il funzionamento base della pagina go.asp

Questo è il codice della pagina go.asp commentato:

<%

'IN CASO DI ERRORI LA PAGINA NON SI BLOCCA MA CONTINUA

On Error Resume Next

'VIENE PRESO L'ID DELLA STRINGA DEL LINK

id = Request.QueryString("id")

' PRENDE I DATI DELL'ID RICHIESTO

'Connessione al database
Set cn = Server.CreateObject("ADODB.Connection")

'Apertura database specificando l'url del db
cn.Open "driver={Microsoft Access Driver (*.mdb)};dbq=" & Server.MapPath("urlrelativodeldatabase")

Set rs = Server.CreateObject("ADODB.Recordset")

'Comando SQL che permette di trovare l'id
stSQL = "SELECT * FROM url WHERE id = " & ID

rs.Open stSql, cn, 3, 3

'Memorizza nella variabile URL l'indirizzo web della pagina
url = rs("url")

'CHIUSURA CONNESSIONE

rs.close
Set rs = nothing
cn.close
Set cn = nothing

if id = "" then
  Response.Redirect ("homedelsito")
End IF

Response.Redirect url

%>

Questo è il codice essenziale, ma andiamo avanti analizzando tutte le opportunità che offre tale metodo:

  • Memorizzare il numero di accessi in una pagina
  • Memorizzare i voti di una pagina
  • Dividere in sezioni gli url del sito
  • Inserire il titolo e una breve descrizione
  • Possibilità di integrare pubblicità TV (leggi articolo x chiarimenti)

Memorizzare numero di accessi

Grazie a tale metodo possiamo conoscere in modo sicuro ed esatto al 90% il numero di accessi ad ogni pagina web. Basta creare un nuovo campo nel database, chiamato per esempio CLICK, e aggiungere + 1 ad ogni accesso. Con un sistema leggermente più complesso, ma anch'esso molto utile è possibile vedere anche quante "uscite" ci sono state in quella pagina, ma soprattutto vedere da determinata pagina a quale pagina sono andati.

Memorizzare i voti di una pagina
Aggiungendo uno o due campi al db (VOTI e VOTO) è possibile memorizzare il voto che gli utenti hanno dato alla pagina. Come vedete, in quasi tutte le pagine del sito è presente in fondo l'opzione di dare un voto alla pagina. Noi diamo anche il risultato in alto alla pagina con le stellette. Tale sistema piace molto agli utenti e serve a dare un consiglio a quelli più disorientati.

Dividere in sezioni
Come vedete WebMasterPoint.org è diviso in 5 canali e poi ha tutte sottocategorie. Per esempio nel canale ASP abbiamo come sottocategorie (spesso corrispondenti ciascuna ad una guida):
sql, asp tutorials, asp teoria, script, snitz forum. Per far ciò a noi è stato necessario creare altri 2 campi: AREA (che contiene le 5 aree principali) e SEZIONE che sono le sottocategorie. Tale metodo e il prossimo che analizzeremo sono molto utili per motori di ricerca interni.

Inserire un titolo e descrizione
Per far funzionare nel miglior modo possibile il motore di ricerca interno di WMP e per non creare 2 database che in parte si ripetevano, abbiamo aggiunto 2 campi TITOLO e DESCRIZIONE. Quindi ogni url ha associato il titolo relativo e nel campo descrizione vengono inserite le parole chiavi. Quindi il motore di ricerca andrà a fare una ricerca delle parole su questi due campi, visualizzando poi solo il titolo.

Integrazione pubblicità
Con tale sistema è possibile integrare in modo semplice il nuovo tipo di pubblicità che noi prevediamo un successo, per saperne di più leggete il nostro articolo.

 



Ti potrebbe interessare anche

commenta la notizia

C'è 1 commento
Pier Paolo
Condividi le tue opinioni su questo articolo!