Lorenzo Pascucci
a- a+

Memorizzare i Dati

Finalmente entriamo nella programmazione in asp! logicamente siamo ancora agli inizi!

Come ogni linguaggio di programmazione scripting, anche ASP necessita di alcuni oggetti in cui memorizzare i dati... tali oggetti si chiamano VARIABILI e ne esistono di vario genere, a secondo del loro utilizzo. Infatti esse possono contenere una parola, numeri, una stringa...

A secondo del loro tipo, con esse poi, possiamo farci delle operazione che vedremo più avanti sempre in queste lezioni.

In ASP le variabili si divino in:

- Stringa (testo)
- Data (data e ora)
- Numeri interi
- Numeri decimali (numeri con la virgola)
- Variabili booleane (valori True e False, vero e falso)
- Oggetto (per i database)
- Valuta (visualizzazione valuta)

Infine, con VisualBasic Script abbiamo anche la variabile VARIANT che è una variabile che può contenere diversi tipi di dati.

Al contrario di molti linguaggi di programmazione, VBScript non necessita di dichiarare le variabile, ma è sempre consigliato soprattutto per effettuare il debug finale. Dichiarare le variabili significa che si deve precisare i nomi delle variabili. 
NOTA: in VBScript non si deve indicare che tipo di variabili sono (integer, char, string,...). Si possono dichiarare in qualsiasi punto del codice, logicamente prima del loro utilizzo. Queste devono per forza essere dichiarate solo se all'inzio del codice abbiamo inserito

<% Option Explicit %>

Le variabili si dichiarano con Dim, in questo modo:

Dim nomevariabile, nomevariabile2, nomevariabile3
Dim nomevariabile4
Dim nomevariabile5, nomevariabile6

Per assegnare un valore alla variabile basta seguire la seguente sintassi:

nomevariabile = valore

esempio:

messaggio = "Benvenuto"

oppure, una variabile può essere uguale ad un'altra variabile, così:

testo = messaggio


Scritto così ha forse poco senso, ma l'ultimo metodo indicato serve per effettuare operazioni matematiche.

Abbiamo introdotto un nuovo argomento: i calcoli matematici, ecco una tabella che indica tutti gli operatori utilizzabili. Questi operatori sono messi in ordine di importanza (ovvero il primo viene eseguito prima rispetto a quelli successivi).

() vengono prima effettuati i calcoli in parentesi
^ potenza (x^y -> x elevato y)
- negazione (- x -> x * -1)
* prodotto
/ divisione (risultato 5.321)
divisione tra numeri interi (risultato 5)
Mod modulo (trova il resto di una divisione, 5 Mod 2 -> 5 diviso 2 ha un resto di 1)
+ addizione
- sottrazione
& unione stringhe (unisce stringhe x & y)
= uguale (x=y)
<> diverso (x<>y -> x diverso da y)
< minore (x x minore di y)
> maggiore (x>y -> x maggiore di y)
<= minore uguale (x<=y -> x minore o uguale a y)
>= maggiore uguale (x>=y -> x maggiore o uguale a y)
Not (Not x -> x al contrario, ovvero se è Vero diventa Falso o viceversa)
And entrambi stesso valore vero o falso ( x AND y, se entrambi sono valori veri)
Or almeno uno valore vero (x OR y, se almeno uno è vero o falso)
Xor falso (x Xor y, se solo uno dei due è Vero o Falso)
Eqv entrambi valore falso o vero (x Eqv y, entrambi con valore vero)
Imp uno è falso l'altro è vero (x imp y, x è falso e y vero)

A fianco di ciascun operatore è stato illustrato il suo significato e la sintassi per utilizzarlo.

Per memorizzare i dati, infine, abbiamo altri due 
metodi molto simili:
- COSTANTI
- ARREY

Le costanti sono come variabili, solo il loro valore una volta assegnato rimane sempre quello e quindi non può variare. Logicamente il valore gli viene assegnato subito.
Esempio di sintassi:

Const Euro = 1956


Gli array, invece, sono un gruppo di variabili che contengono spesso informazioni dello stesso tipo e gruppo (es. un insieme di nomi).
Esempio di sintassi:

Dim nomearray(4)

nomearrey(0) = 1
nomearrey(1) = 2
nomearrey(2) = 3
nomearrey(3) = 4
nomearrey(4) = 5


Dove nomearray(4) significa che contiene 4+1 campi 
di memorizzazione.

VISUALIZZAZIONE DEI DATI
Come già detto nelle lezioni precedenti, per visualizzare i dati abbiamo due metodi:

<% Response.Write nomevariabile %>

oppure

<%=nomevariabile%>

 



Ti potrebbe interessare anche

commenta la notizia

C'è 1 commento
Lorenzo
Hai qualche domanda da fare?